Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1084
PALERMO - 02/12/2015
Sicilia - Dopo 2 giorni di blackout informatico

Regione e sanità di nuovo connesse

Al privato che aveva attuato la protesta per gli arretrati sarà presto liquidato quanto dovuto Foto Corrierediragusa.it

Torna la connessione internet negli uffici della Regione e nella sanità. Dopo due giorni di fermo totale i servizi tornano piano piano alla normalità. Il socio privato che fornisce la piattaforma informatica alla Regione ha preso atto delle rassicurazioni in merito al pagamento di 114 milioni di euro di arretrato e ha sbloccato gradualmente tutti i servizi. La vicenda ha messo a nudo la precarietà della Regione anche in questo campo per la totale dipendenza da un "cervellone informatico" che si trova in Val d´Aosta ed è gestito da privati. Intanto il Codacons ha presentato un esposto a tutte le procure siciliane, chiedendo di indagare per interruzione di pubblico servizio. "Vogliamo capire - si legge nella nota del Codacons - di chi siano le responsabilità della sospensione di servizi essenziali per i cittadini, e i responsabili saranno chiamati a risarcire gli utenti". Chi infatti in queste ore ha subito conseguenze per il blackout informatico, potrà rivalersi sui colpevoli che saranno individuati dalla magistratura. «Ciò che è certo – conclude Codacons – è che siamo in presenza di un episodio senza precedenti, una vergogna per un paese civile che non può trovarsi a subire simile situazioni».