Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 612
PALERMO - 22/10/2015
Sicilia - Si va a grandi passi verso il Crocetta quater

Giunta regionale azzerata da Crocetta

Tutti gli assessori sono "dimissionati" tranne Baccei Foto Corrierediragusa.it

Si va al Crocetta quater. Il presidente della Regione azzera la giunta e chiede il chiarimento politico ma non pensa per niente a dimettersi, andrà invece avanti fino alla fine. Dice Crocetta: "Per me la giunta è già azzerata. E il nuovo governo va chiuso entro due o tre giorni, diciamo nel fine settimana. Altrimenti decido io da solo. Perché non c’è situazione peggiore di quella degli ultimi tre mesi, in cui si è parlato solo di rimpasto. Invece noi dobbiamo risanare i conti e avviare le riforme senza fibrillazioni. Mi prendo 24 ore per verificare tutte le questioni politiche aperte. Mi vedrò con i leader dei partiti. Io dico che l’ipotesi di elezioni anticipate non esiste né a Palermo né a Roma. «La grande politica non si tira indietro davanti alle difficoltà. Le affronta e le risolve. Non scarica i problemi su chi verrà dopo. Parlare di elezioni anticipate danneggia il governo e crea paralisi. Inoltre uno scontro continuo e lacerante dentro il partito non fa bene. Ho interesse che ci sia stabilità anche nel Pd».

Che prospettive politiche si aprono dunque per il nuovo governo? Il presidente punta sempre su Pd e Udc ma vuole tirare dentro anche Ncd come chiede anche Roma riproponendo lo schema nazionale. Per quanto riguarda i nomi Crocetta ha smentito categoricamente che si salveranno solo alcuni assessori attuali. Tutti saranno "dimissionati" ma è certo di conservare il posto Alessandro Baccei, assessore all´Economia su preciso mandato di Renzi, arrivato a Palermo per mettere ordine della spesa e ei conti. Dice ancora Crocetta: "Qualcuno pensa che questa sia una prova muscolare ma io non sono mai stato così freddo come in questi giorni. Voglio solo dar vita a una squadra coesa. Come nel calcio, anche in politica vince la squadra e pure le riserve devono essere all’altezza mentre non servono i giocatori individuali».


Titanic
22/10/2015 | 17.05.21
Antonio

Grande Crocetta come in comandante di Marina affonda con la sua nave.