Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1242
PALERMO - 21/10/2015
Sicilia - Incredibili intercettazioni rese pubbliche dall’Ansa e da Repubblica

Se un magistrato offende i figli del giudice Borsellino

Manfredi Borsellino non ha voluto commentare Foto Corrierediragusa.it

Un´intercettazione che sembra avere scarsa attinenza con l´inchiesta sulla gestione dei beni confiscati. Ma che finisce comunque agli atti e sui giornali. E diventa inevitabilmente un caso con i figli di Paolo Borsellino al centro. "Manfredi Borsellino è uno squilibrato, lo è sempre stato, lo era pure quando era piccolo", "Lucia Borsellino è cretina precisa". Queste le parole, riprese dall´agenzia Ansa, che sarebbero state pronunciate dal giudice Silvana Saguto (foto), indagata nell´inchiesta nissena sulla gestione dei beni sequestrati alla mafia, intercettate nell´ambito dell´indagine, secondo quanto pubblicato dal quotidiano La Repubblica. Il magistrato parla il 19 luglio scorso, giorno dell´anniversario della strage di via D´Amelio a Palermo in cui furono uccisi il procuratore aggiunto Paolo Borsellino e cinque agenti della polizia di Stato, dopo la manifestazione le vele della legalità di cui è stata madrina.

Al telefono con un´amica, riferendosi alle parole dette da Manfredi Borsellino, figlio di Paolo, davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dice: "Poi Manfredi Borsellino che si commuove, ma perché ti commuovi a 43 anni per un padre che è morto 23 anni fa? Che figura fai" Parole che hanno suscitato un comprensibile sdegno nei figli del magistrato ucciso dalla mafia. "Io e mia sorella Lucia siamo senza parole", dice Manfredi Borsellino, dirigente del commissariato di polizia di Cefalù. "Non vogliamo commentare - aggiunge Manfredi - espressioni che andrebbero catalogate alla voce cattiveria. Solo parlandone, rischiamo perciò di attribuire importanza a chi quelle parole ha proferito".

Già a luglio Lucia Borsellino si era trovata suo malgrado al centro della polemica per via dell´articolo de L´Espresso che dava notizia di un´intercettazione in cui Matteo Tutino, medico di Crocetta, conversando col governatore, avrebbe detto che l´allora assessore doveva essere "Fatta fuori come il padre". Come noto, i protagonisti della vicenda e pure i magistrati smentirono l´esistenza dell´intercettazione e la vicenda è finita in tribunale.

Resta da capire quale rilievo per l´inchiesta di Caltanissetta possa mai avere l´intercettazione in questione e per quale motivo questa conversazione sia finita agli atti. Ma di certo, la vicenda alimenterà ulteriormente il ciclone su Silvana Saguto e sul tribunale di Palermo, fin qui forse sottovalutato dalla stampa nazionale e oggi finito in prima pagina.

Salvo Toscano - Livesicilia


bella gente
22/10/2015 | 16.09.29
marcotullio

Guarda un po´, che bella gente c´è anche nella magistratura, oltre agli eroi!


guarda cosa ci tocca sentire...
21/10/2015 | 17.51.21
gianni

io pagherei per stringere la mano di Paolo Borsellino ma, non essendo più possibile, sarei contento di stringere quella dei suoi figli... non sono degli eroi, ma sono i figli di un eroe! e invece guarda che cosa ci tocca sentire da questa individua...! hanno fatto bene a pubblicare queste intercettazioni: servono a delineare meglio il personaggio...