Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 719
PALERMO - 07/10/2015
Sicilia - Rassicurazioni agli utenti

La Palermo Catania aprirà il 7 novembre

Il piano quinquennale dell’Anas prevede 84 interventi su ponti, viadotti, gallerie e svincoli Foto Corrierediragusa.it

La bretella sull´autostrada Palermo Catania aprirà il 7 novembre. Parola di ministro per rassicurare i tanti utenti che da aprile scorso sono costretti a utilizzare percorsi alternativi per raggiungere le due città metropolitane a causa del cedimento del viadotto Himera. Il presidente dell´Anas Gianni Vittorio Armani e il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio in sede di presentazione del piano di interventi 2015-2019 hanno confermato che i lavori procedono entro i tempi previsti: "Avevamo detto che in tre mesi di lavoro con la bretellina avremmo ripristinato la viabilità e contiamo di terminare. Abbiamo iniziato il 7 di agosto , contiamo di finire il 7 di novembre, esattamente in tre mesi di lavori: quello che avevamo detto". La bretella non sarà la soluzione finale ma solo temporanea ma in ogni caso consentirà di bypassare il viadotto e reimmettersi dopo pochi km e minuti sul tratto autostradale. Il piano quinquennale dell´Anas prevede 84 interventi su ponti, viadotti, gallerie e svincoli. Il presidente Armani ha spiegato la nuova filosofia: "Abbiamo superato la logica del rappezzo deciso anno per anno sulla base dei fondi disponibili. In passato, infatti, Anas è intervenuta con singoli interventi per far fronte alle situazioni più critiche. Invece nel nuovo piano quinquennale Anas ha inserito un programma straordinario di potenziamento e riqualificazione dell´intero itinerario, che prevede nuove pavimentazioni e barriere, il risanamento di tutti i viadotti e nuove dotazioni tecnologiche per le gallerie e per l´intero tracciato, per un investimento complessivo di 842 milioni di euro, con una spesa annua dieci volte più consistente rispetto al periodo precedente (2007-2014), nel quale erano stati investiti 131 milioni di euro".