Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 911
PALERMO - 04/10/2015
Sicilia - "E’ il marchio della vergogna del disastroso governo Crocetta»

M5S: "Posizione Sicilia su trivelle? Una vergogna"

I grillini non ci stanno e annunciano battaglia Foto Corrierediragusa.it

«L´incredibile, inconcepibile e vergognosa assenza della Sicilia dal gruppo delle Regioni proponenti il referendum anti-trivelle è un indelebile marchio del governo Crocetta che niente e nessuno potrà mai cancellare. Ancora una volta questo disastroso esecutivo e la maggioranza che lo regge dimostrano di assecondare le direttive dei potenti e dei petrolieri, invece di adoperasi, come dovrebbero, per gli interessi dei siciliani»: è questa l´opinione dei grillini. A pochi giorni dal deposito presso la Corte di Cassazione dei sei quesiti referendari contro le trivellazioni petrolifere introdotte dalla «Sblocca Italia», il M5S torna su quella che considera una delle più grosse nefandezze del governo Crocetta, che «continua a svendere il territorio isolano, e ad avvelenarne i territori, come conferma la recente, scellerata scelta di realizzare sei inceneritori nell´isola».

«Considerato il fatto che fummo i primi a sollevare la questione, sia attraverso le audizioni che con gli incontri con le associazioni ambientaliste – afferma il presidente della commissione Ambiente dell´Ars, Giampiero Trizzino – avremmo dovuto essere la regione capofila dell´azione referendaria ed invece, come sempre, non siamo nemmeno l´ultima ruota del carro. In ogni caso Il M5S sosterrà la campagna referendaria, che dovrà portare gli italiani a decidere su un tema sensibile quanto quello dell’energia nucleare. Le alternative alle fonti fossili esistono e non sono una utopia, basta avere il coraggio di intraprendere scelte di politica ambientale responsabili e in linea con il principio di sostenibilità».