Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 779
PALERMO - 22/09/2015
Sicilia - Il Codacons si infuria per l’ennesimo spreco

Cinque auto blu per Crocetta posson bastare...

Cercasi volontari per la sicurezza del governatore Foto Corrierediragusa.it

Il Codacons denuncia quello che in un comunicato viene definito come "L´ennesimo spreco «made in Sicily» di risorse pubbliche che potrebbero essere destinate a ben altri scopi". Lo denuncia il Codacons relativamente alla notizia delle 5 auto blindate in arrivo per il presidente della regione Rosario Crocetta. «Si tratta di un vero e proprio schiaffo in faccia ai cittadini siciliani, l’ennesimo spreco nella regione degli sprechi – afferma il segretario nazionale, Francesco Tanasi – Non discutiamo la necessità di disporre di una vettura blindata in favore di Crocetta, ma tale decisione, se dettata da motivi di sicurezza, spetta al Ministero dell’Interno, che deve farsi carico dell’intera spesa. Assurdo poi far salire a 5 il numero di automobili in dotazione al presidente della regione, che porterebbe la spesa a lievitare fino a 600mila euro in due anni». «Siamo pronti ad organizzare una rete di volontari che scorti Crocetta nei suoi viaggi in macchina, purché si eviti ai cittadini siciliani una maxi-spesa che appare esagerata e del tutto ingiustificata» conclude Tanasi.

Il periodo previsto per l´utilizzo delle vetture è complessivamente di due anni: dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre del 2017. In realtà, a fine ottobre si esaurirà naturalmente il mandato di Crocetta. Sempre che la legislatura non finisca addirittura anticipatamente, come è accaduto ad esempio nelle ultime due occasioni con Lombardo e Cuffaro.

«Le autovetture – si legge nell´Avviso firmato dal dirigente generale della Funzione pubblica Luciana Giammanco – possono essere nuove di fabbrica e non, in questo caso con caratteristiche e stato d´uso tali da garantire la piena efficienza e sicurezza per tutta la durata del noleggio».

Quanto costeranno queste auto alla Regione siciliana? Il canone mensile a base d´asta è pari a cinquemila euro escluso iva per ogni auto. Facendo due conti, le cinque vetture costeranno circa 25 mila euro mensili (escluso iva), cioè 300 mila euro l´anno a cui appunto vanno aggiunte le tasse. Ma la spesa potrebbe salire ulteriormente. I cinquemila euro mensili «coprono» una percorrenza di 60 mila chilometri complessivi per i due anni del noleggio. Se verrà superato quel limite, alla scadenza dei due anni, l´amministrazione dovrà sborsare anche 70 centesimi di euro per ogni chilometro percorso oltre la soglia fissata dal bando. Ma a quel punto, l´amministrazione non sarà più guidata da Rosario Crocetta, che avrà completato il suo mandato da almeno due mesi.

I soldi per pagare le blindate verranno reperiti dal capitolo di bilancio destinato, più genericamente, alle «spese per il noleggio o il leasing di autoveicoli per i servizi dell´amministrazione regionale». Tra il 2016 e il 2017 la cifra complessiva appostata in bilancio ammonta a 1,7 milioni di euro. Un terzo di quella spesa, destinata alle vetture di servizio della Regione, servirà quindi per pagare solo le cinque vetture protette. Un numero che si è impennato, a dire il vero. Visto che l´ultimo bando della Regione in questo senso prevedeva il noleggio di sole due autovetture. A dire il vero, già nel gennaio dell´anno scorso la Regione cercò cinque blindate. Una di queste sarebbe rimasta «parcheggiata» nella sede della Regione a Bruxelles. Una scelta quest´ultima che già in quei giorni fu aspramente criticata anche dal presidente della commissione Antimafia all´Ars, Nello Musumeci: «Come fa Crocetta – disse - a non rendersi conto della inopportunità politica di questa sua iniziativa? La politica dei tagli, per Crocetta, vale fino allo Stretto di Messina». Critiche ribadite oggi dal capogruppo di Forza Italia Marco Falcone: «Credo – ha dichiarato - che per proteggere il presidente Crocetta di auto blindate ne bastano due, più una terza di riserva, mentre altre due sarebbero noleggiate solamente a scopo preventivo, nel caso in cui in futuro ci fossero assessori sottoposti a scorta. Una vera e propria esagerazione, che va in netta controtendenza con gli annunci dello stesso governatore. Invitiamo nuovamente Crocetta ad usare i soldi pubblici con maggiore senso di responsabilità».