Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 480
PALERMO - 15/09/2015
Sicilia - La banda operava soprattutto nell’Agrigentino

Sequestro di persona: banda del buco "al fresco"

Manette per i 12 componenti del gruppo Foto Corrierediragusa.it

Sarebbero i componenti della banda del buco responsabile di rapine anche con sequestro di persona. I carabinieri di Sciacca hanno sgominato l’organizzazione arrestando 12 persone, 8 delle quali sono palermitane. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip del tribunale di Sciacca Roberta Nodari nei confronti di8 palermitani e 4 persone residenti fra Sambuca di Sicilia e Santa Margherita Belice. Secondo l’inchiesta, sarebbero responsabili di una serie di rapine nella valle del Belice e nell´agrigentino. I palermitani sarebbero stati gli organizzatori e gli esecutori delle rapine, mentre gli agrigentini coinvolti avrebbero fatto da basisti. Fra gli arrestati anche un dipendente di banca che avrebbe fornito supporto logistico-informativo al gruppo ed altri tre basisti locali. A finire in manette sono stati Vito Leale, 53 anni; Pietro La Placa, 37 anni; Francesco Conigliaro, 45 anni; Pietro Madonia, 44 anni; Michele Cirrincione, 48 anni; Carlo Valpa, 47 anni; Paolo Valpa, 48 anni; Ignazio La Manna, 38 anni.

Le rapine contestate loro sono cinque, commesse nei comuni di Santa Margherita di Belice, Sambuca di Sicilia e Menfi. Domiciliari per i basisti identificati in Michele Maria Gandolfo, 61 anni, impiegato di banca ed ex direttore di filiale; Massimo Tarantino, 44 anni; Pietro Curti, 78
anni; Rocco D’Aloisio, 46 anni.