Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1015
PALERMO - 22/07/2015
Sicilia - Perde ancora pezzi la giunta regionale

Anche Linda Vancheri lascia Crocetta

Forse già ad ottobre o al massimo in primavera si tornerà alle urne Foto Corrierediragusa.it

Anche l´assessore alle attività produttive Linda Vancheri (nella foto con Crocetta) lascia la giunta regionale: entro la fine di luglio andrà via a quanto pare per ricoprire un ruolo di vertice in Confindustria. Continua quindi a perdere pezzi la giunta di Rosario Crocetta, che tuttavia resta sempre più intenzionato a non dimettersi prima di portare a casa un paio di riforme importanti. Il governatore potrebbe lasciare a lavoro finito, tra circa un mese, quando sarà concretizzata l´istituzione dei Liberi Consorzi. Il governo dovrà trovare dieci milioni per trasferirli ai nove enti per assicurare servizi essenziali come manutenzione strade, scuole e servizi sociali. Un bel rompicapo mentre a Roma si discute già del futuro. Il presidente della Regione parlerà del suo caso giovedì nella seduta del´Ars e confermerà la sua posizione ovvero di essere stato al centro di una trama ordita dai poteri forti che lo vogliono far fuori, politicamente, da tempo. Ben altre le valutazioni del pd e dello stesso Renzi che vogliono porre fine all´esperienza Crocetta evitando il logoramento ulteriore del presidente e soprattutto il danno di immagine in termini di consensi. Si guarda ormai al futuro e i vertici romani dovranno stabilire quale dovrà essere la exit strategy.

C´è chi preme per un voto già a ottobre con un candidato gradito anche a Udc e Ncd che dovranno far parte della nuova maggioranza governativa. L´altra tesi è quella di rinviare il voto in primavera abbinandolo con quello di Roma ma soprattutto per cercare di ricompattare il partito per una sfida che vede il M5S in vantaggio nei sondaggi. Renzi non può permettersi di lasciare la Sicilia al movimento di Grillo e vuole lavorare per un candidato che sia espressione della società civile e simbolo dell´antimafia, la stessa Lucia Borsellino potrebbe essere papabile, e sopratutto recuperare consensi in questi mesi che si annunciano comunque difficilissimi anche per l´emergenza finanziaria della Regione. Sul fronte giudiziario il caso della famosa intercettazione pubblicata da L’Espresso è approdata sul tavolo della Cassazione di Roma che ha chiesto una dettagliata relazione alla procura di Palermo.