Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 471
PALERMO - 12/05/2015
Sicilia - Programmato un fermo di 5 giorni

Autotrasportatori in protesta dopo crollo viadotto

Crocetta ha annunciato di aver inviato il dossier completo sui lavori urgenti a Roma Foto Corrierediragusa.it

Si fermeranno per cinque giorni gli autotrasportatori siciliani. La protesta, da lunedì 25 a venerdì 29, scatterà per protestare per "la sordità del governo nazionale e la superficialità dell´esecutivo regionale indisponibili ad incontrare gli operatori del trasporto in profonda difficoltà a causa del crollo del viadotto Himera sull´A19 che ha di fatto tagliato la Sicilia in due". Giovanni Agrillo, presidente della sezione siciliana della Federazione autotrasportatori italiani (Fai), spiega le ragioni del blocco: "Pretendiamo risposte e sostegno da parte delle istituzioni, gli autotrasportatori sono costretti a sforzi economici importanti, per attraversare la Sicilia, alcune aziende hanno perso le commesse poichè non in grado di rispettare i termini contrattuali dovuti ai maggiori tempi di percorrenza. Non ci bastano le rassicurazioni del ministro Delrio, senza l´annullamento dei pedaggi sulla Catania-Messina e sulla Messina-Palermo e importanti incentivi sulle autostrade del mare e su quelle ferrate le nostre fragili aziende chiuderanno prima dell´apertura dei cantieri del nuovo viadotto. Pretendiamo risposte da Roma e da Palermo, e non ci fermeremo finchè non le otterremo".

Il presidente della Regione attende la dichiarazione di stato di emergenza da Roma perchè si semplificherebbero così le procedure per l´appalto dei lavori della bretella che consentirà di scavalcare l´imbuto del viadotto autostradale. Rosario Crocetta ha annunciato di aver inviato il dossier completo sui lavori urgenti a Roma: "La Regione ha regolarmente inviato da mesi le carte per la dichiarazione dello stato di emergenza alla Protezione civile nazionale. E subito dopo il crollo del viadotto dell´autostrada A19 ha inviato le schede relative a tale ulteriore situazione emergenziale. Sta di fatto che i lavori non sono ancora partiti e che bisognerà ancora attendere. Per realizzare la bretella ci vorranno 90 giorni per cui l´autostrada resterà interrotta fino a tutto agosto con tutti i danni derivanti per l´economia siciliana a cominciare dal turismo.