Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 933
PALERMO - 22/03/2015
Sicilia - Crocetta parla di austerità

Arrivano i milioni per l´aeroporto di Comiso

Il personale della regione sarà equiparato in tutto e per tutto a quello statale Foto Corrierediragusa.it

Una finanziaria di austerità. Così l´ha definita il presidente della Regione Rosario Crocetta (foto), dopo l´approvazione della giunta. Una sforbiciata netta al personale regionale nei prossimi cinque anni con ben sette mila persone che saranno "accompagnate" in pensione insieme a tre mila 800 forestali, personale dei consorzi di bonifica, enti di sviluppo agricolo e Corpo forestale. Saranno anche "sforbiciate" anche mille 500 unità del contingente degli "antincendio" destinandoli a manutenzione di foreste e falde acquifere ed entro il 2019 si tagliano della metà i mille 250 agenti del Corpo forestale. Anche i consorzi di bonifica finiscono sotto la scure perchè già dal 2015 è dato il via libera al 10 per cento del personale, il 30 per cento nel 2016 fino all´azzeramento nel 2020. Sarà invece costituita la "Banca della terra" che dovrebbe garantire 10 mila ettari di terreni da affidare ai giovani creando così mille nuovi posti di lavoro.

Come già annunciato il personale della regione sarà equiparato in tutto e per tutto a quello statale. Vengono tagliati oltre 700 dirigenti e soprattutto consiglieri e amministratori locali con nuove aliquote per la rappresentanza in relazione alla popolazione. Ridimensionati anche i gettoni di presenza e le indennità con tagli dal sindaco in giù.

I dieci istituti autonomi case popolari (Iacp) si accorpano nell´Agenzia unica Aspa, il Consiglio regionale dei beni culturali passa da 50 a 13 membri, spariscono i collegi dei revisori dei parchi archeologici, cancellati e accorpati agli altri, gli uffici per le gare d´appalto (Urega) di Trapani, Siracusa e Agrigento. Altra novità sostanziale la centrale per gli acquisti sul modello Consip statale. L´assessore all´economia pensa soprattutto a realizzare risparmi di almeno il 15 per cento per l´acquisto di dispositivi medici, beni e servizi grazie all´accentramento. Per le autolinee in attesa della gara pubblica di assegnazione del servizio di trasporto si stanziano per quest´anno 74 milioni di euro per le varie ditte dei quali 19 milioni per Ast. Altri 94 milioni per il trasporto urbano in 87 Comuni.

Una buona notizia per il territorio ibleo ma anche per tutto il sistema dei trasporti siciliano è la copertura di due milioni e mezzo per garantire i servizi aeroportuali e quindi l´operatività dello scalo di Comiso. Il "Pio La Torre" non correrà dunque rischi di sorta e potrà continuare a programmare il suo futuro avendo le spalle coperte.