Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1390
PALERMO - 05/03/2015
Sicilia - Permette alle coppie di fatto, etero e omosessuali, di registrarsi presso l’assessorato alla Famiglia

Ars approva il registro delle unioni civili in Sicilia

Le coppie avranno diritto ad accedere a tutti i benefici in ambito sociosanitario concessi dalla Regione Foto Corrierediragusa.it

In Sicilia nasce il registro delle unioni civili. Lo prevede un ddl approvato dall´Assemblea regionale: 50 i voti a favore, 5 contrari e 15 astenuti. Il testo non interviene sugli aspetti giuridici ma permette alle coppie di fatto, etero e omosessuali, di registrarsi presso l´assessorato regionale alla Famiglia. La Sicilia è la prima regione italiana, dopo la Liguria, a dotarsi del registro delle unioni civili. La norma è stata voluta dal Pd e dallo stesso presidente Rosario Crocetta, che non ha mai negato la sua omosessualità, ma è stata contrastata dall´Udc.

Al registro regionale delle unioni civili, al quale potranno iscriversi le coppie di fatto, anche dello stesso sesso. In questo modo le coppie avranno diritto ad accedere a tutti i benefici in ambito sociosanitario concessi dalla Regione: dalle graduatorie per le case popolari, al bonus di povertà e a qualsiasi altra norma presente futura inserita in questo campo.

Le coppie potranno avere inoltre accesso paritario alle cartelle cliniche del compagno o della compagna in caso di ricoveri negli ospedali siciliani. Si legge infatti nella norma approvata: "Chiunque abbia raggiunto la maggiore età può designare una persona che abbia accesso alle strutture di ricovero e cura per ogni esigenza assistenziale e psicologica del designante e a cui gli operatori delle strutture pubbliche e private socio-assistenziali devono riferirsi per tutte le comunicazioni relative al suo stato di salute . La persona designata acquisisce il diritto ad accedere alle strutture di ricovero e cura per ogni esigenza di assistenza e sostegno psicologico della persona designante, nel rispetto delle modalità definite dai regolamenti delle strutture di ricovero e cura".

Soddisfatto il presidente Crocetta: "La decisione del parlamento siciliano è importante. Il legislatore non legifera per far e in modo che la società sia regolamentata sulla base delle proprie scelte di vita, ma affinché a tutti i cittadini vengano garantite opportunità pari per tutti. Il ddl riconosce il diritto di accedere ad una casa popolare anche ad una coppia di fatto con figli, come alle famiglie tradizionali, è una scelta di civiltà".