Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 1042
PALERMO - 28/11/2014
Sicilia - Vittime un uomo di 68 anni e una donna di 87 anni nell’isola

Due decessi in Sicilia e uno in Molise, vaccini antinfluenzali sotto accusa: a Ragusa i due lotti non sono stati utilizzati

L’Asp 7 ha confermato che la campagna antinfluenzale andrà dunque regolarmente avanti Foto Corrierediragusa.it

La morte di due donne e di un uomo potrebbero essere state causate dal vaccino antinfluenzale somministrato. E´ per questo motivo che i i Carabinieri del Nas si sono presentati nei depositi farmaceutici e nelle farmacie di tutta Italia per verificare l´avvenuto ritiro dal mercato del vaccino antinfluenzale Fluad della Novartis Vaccines e Diagnostic. Si tratta di un provvedimento precauzionale in attesa di accertare il nesso eventuale tra l´assunzione del vaccino e la morte avvenuta. Due dei decessi sono stati registrati in Sicilia e riguardano un uomo di 68 anni e una donna di 87 anni, mentre l´altra donna di 79 anni risiedeva nel Molise. Ci sarebbe poi, secondo quanto si è appreso, il caso di un novantaduenne molisano ricoverato in gravi condizioni. Le vaccinazioni sarebbero avvenute da quasi un paio di settimane. Nei tre casi si sarebbero verificati sintomi diversi. I pazienti avrebbero avuto, poche ore dopo essersi sottoposti al vaccino, febbre alta e dolori muscolari. Le morti sarebbero avvenute in un caso per problemi cardiaci e in un altro per problemi encefalici. Al momento quindi non è stata verificata con certezza la relazione tra l´uso del vaccino e le gravi complicazioni.

Le dosi fanno parte dei due lotti 142701 e 143301, destinati alle Asl. Una quarta persona, molisana, è in gravi condizioni e ha manifestato i sintomi dopo le 48 dalla somministrazione. In una nota ufficiale l´Asp 7 di Ragusa ha confermato che nessuno dei due lotti sotto accusa sono stati utilizzati e che quindi la campagna antinfluenzale può regolarmente continuare.

Un comunicato dell’Aifa, l’Agenzia Italiana per il Farmaco è eloquente nel precisare che: "A seguito delle segnalazioni di quattro eventi avversi gravi o fatali, verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti dai due lotti del vaccino in attesa di disporre degli elementi necessari, tra i quali l’esito degli accertamenti sui campioni già prelevati, per valutare un eventuale nesso di causalità con la somministrazione delle dosi dei due lotti del vaccino, l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto, a titolo esclusivamente cautelativo, il divieto di utilizzo di tali lotti.

II Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare l´avvenuto ritiro e, in caso di mancato adempimento da parte della ditta interessata, procederà al sequestro dei lotti dei medicinale". In virtù di tale comunicazione, Giovanni D´Agata, presidente dello «Sportello dei Diritti», invita i pazienti a non utilizzare il medicinale in questione riferito ai lotti in questione. La distribuzione dei lotti è avvenuta già dall´inizio del mese in tutto il territorio e le varie Asl hanno dal canto loro provveduto a smistare ai singoli medici di base i vaccini per l´avvio della consueta campagna antinfluenzale mirata soprattutto alle persone anziane.


Siamo alle solite
28/11/2014 | 13.19.10
il criticone

Siamo alle solite, voi pensate che su centinaia di migliaia di vaccinati solo tre sono stati uccisi dal vaccino? prima di dire fesserie, occorre accertare che le morti sono dovute ai vaccini ed evitare di indurre nelle persone inutili e fuorvianti preoccupazioni. Ma siamo in Italia dove è possibile a chiunque di dare fiato alle trombe e indurre la popolazione a fare a meno di un necessario programma antinfluenzale.