Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 862
PALERMO - 28/10/2014
Sicilia - Sull’altare del rinnovamento "cadono" Michela Stancheris e Nelli Scilabra

Crocetta cambia tutto: nuovi 10 assessori

Il presidente sostiene che si tratta di una giunta di alto profilo ma annuncia anche che prima di ufficializzare i nomi vuole controllare i carichi pendenti di ognuno di loro Foto Corrierediragusa.it

Crocetta cambia tutto. Dieci assessori su 12 sono nuovi e salva solo le due fedelissime Linda Vancheri, sostenuta da Confindustria, e Lucia Borsellino. Sull´altare del rinnovamento cadono altre due fedelissime del presidente, Michela Stancheris e soprattutto Nelli Scilabra, che era diventata il pomo della discordia. "La politica è mediazione" ha commentato Crocetta amaro quando ha annunciato la sua rinunzia all´ ex assessore alla Formazione. La nuova giunta è praticamente fatta e Crocetta la presenterà in aula giovedì. C´è voluta una lunga notte ed un posticipo di 24 ore rispetto ai tempi annunciati ma il presidente ce l´ha fatta. All´Economia va Alessandro Baccei, già collaboratore del sottosegretario Delrio ai tempi dell´Anci, ed uomo di fiducia dello stesso sottosegretario alla Presidenza; di lui si dice che sia uno dei massimi esperti di piani di rientro ed è per questo che è stato messo al posto di comando. L´Articolo 4 di Lino Leanza ha scelto Nino Caleca, noto penalista palermitano. Il Pd punta su Vania Contrafatto, magistrato, su Cleo Li Calzi, consulente ed esperto di fondi strutturali, sul docente di scienze economiche Antonio Purpura, sul giuslavorista Bruno Caruso. Sono i quattro nomi tirati fuori dal cilindro dall´asse Raciti-Faraone.

L´Udc lancia Giovanni Pizzo, vice capo gabinetto dell´assessore uscente Torrisi, e Marcella Castronovo, capo dipartimento alla segreteria generale della presidenza del Consiglio. Il Pdr piazza in giunta il commissario per il rischio idrogeologico Maurizio Croce. Rientra al governo Mariella Lo Bello. Crocetta può iniziare la nuova navigazione ma il mare resta sempre tempestoso. Il presidente sostiene che si tratta di una giunta di alto profilo ma annuncia anche che prima di ufficializzare i nomi vuole controllare i carichi pendenti di ognuno di loro.