Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1131
PALERMO - 28/10/2014
Sicilia - Potrebbe non essere più oggi il giorno della nascita della nuova giunta regionale

Lavori in corso per il Crocetta ter: fuori l´assessore "ragazzina" Nelli Scilabra, restano Borsellino e Vancheri

Crocetta, però,rivendica il gradimento su chi andrà alla Formazione professionale e chi dovrà ricoprire l’incarico di assessore all’Energia Foto Corrierediragusa.it

Potrebbe non essere più oggi il giorno della nascita del Crocetta ter. C’è il rischio concreto che la scelta della rosa dei 12 assessori venga rinviata ancora di 24 o forse 48 ore. L’accordo raggiunto in extremis e che nion lascia tutti contenti, deve passare la vaglio della segreteria romana del pd che, contrariamente a quanto si era appreso fino ad ora, non ha ancora indicato il nome dell’assessore all’economia da concordare con il governatore. L’assessore all’economia, infatti, dovrà farsi garante a Roma per la rateizzazione dei debiti della Regione. la Sicilia chiede di pagare in dieci anni non solo i residui attivi da cancellare ma anche il buco di bilancio scavato nel tempo e dal quale non sono stati esenti gli ultimi due bilanci anche se in misura molto minore rispetto ai precedenti.

L’unica vera novità di oggi è che l’accordo passa attraverso il siluramento di Nelli Scilabra (nella foto al centro tra Vancheri e Borsellino con Crocetta dietro). Crocetta ha dovuto sacrificare la sua pupilla sull’altare della maggioranza che diversamente non sarebbe venuta a patti, soprattutto il Pd. Ma di Nelli Scilabra sentiremo ancora parlare «E’ una risorsa della politica siciliana – dice il governatore – e la impiegheremo sicuramente in altri incarichi». L’assessore "ragazzina" esce dalla giunta ma non esce di scena, almeno fino a quando il governatore sarà in carica ed avrà voce in capitolo. Tolto l’ «imbarazzo» Scilabra, si è tornati a parlare ed a far di conto. scartata l’ipotesi del governo politico anche solo in parte, si è tornasti ai tecnici mantenendo due soli nomi delle precedenti formazioni. Si tratta di Lucia Borsellino che resta alla salute e di Linda Vancheri, tirata per la giacca nonostante volesse farsi da parte, che potrebbe, però, cambiare delega anche se questo è ancora da definire.

Questa la struttura della nuova giunta di governo al netto dei nomi: tre assessori vanno in quota al presidente della Regione e sono Lucia Borsellino alla salute, Linda Vancheri ed il tecnico da concordare con Roma per il bilancio. Crocetta, però,rivendica il gradimento su chi andrà alla Formazione professionale e chi dovrà ricoprire l’incarico di assessore all’Energia (per questo potrebbe spostarsi Linda Vancheri). Il governatore può, poi, contare su un assessore in quota Megafono che intende nominare sempre lui e che probabilmente sarà inviato proprio alla Formazione professionale. Quattro pedine toccano, in questo conto, al Pd che ne dovrà nominare due in quota ai renziani e due in quota ai cuperliani. le quattro caselle rimanenti dovranno essere occupate da due assessori Udc diversi dagli uscenti Torrisi e Valenti, un Pdr (che potrebbe essere Maurizio Croce già indicato nella predisposizione del Crocetta bis e poi sostituito prima da Antonio Fiumefreddo, assessore per un giorno, ed in seguito da Giusy Furnari) ed uno in quota Articolo 4 che, però, ne chiedeva 2 forte dei propri 11 deputati che ne fanno, numericamente, la seconda forza della maggioranza.

«In giornata – dice Crocetta – mi aspetto i nomi. Naturalmente, dato che per me il tema della legalità è primario, bisognerà fare prime tutte le verifiche su inconferibilità e incompatibilità, le dichiarazioni dei redditi, i carichi pendenti perché una giunta in Sicilia non si può permettere di
fare errori».

Dunque nomi in giornata e poi verifiche per una giunta che potrebbe nascere domani. ma in realtà, oltre alle verifiche usate come paravento, c’è da condividere proprio il nome dell’assessore all’economia per il quale Crocetta potrebbe volare a Roma già domani per andare a discutere personalmente con i referenti romani.

Accordo trovato, quindi, nomi a parte ma non si è trattato di una cosa facile. ASilurata, infatti, nelli scilabra, la coalizione avrebbe voluto azzerare anche gli ultimi due assessori £residui». «Per me e per l’intera coalizione – ha confermato Crocetta – la conferma di Borsellino e Vancheri è stato uno dei temi dirimenti perché invece qualcuno voleva un azzeramento totale».

Manlio Viola - Blogsicilia