Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 725
PALERMO - 22/10/2014
Sicilia - All’unanimità e in via definitiva

Approvato ddl impignorabilità prima casa

"Un duro colpo al sistema delle esecuzioni immobiliari, dominato dall’ingiustizia, dall’opacità, dalla speculazione e all’interno del quale si annidano anche gruppi criminali e consorterie mafiose" Foto Corrierediragusa.it

L´Ars (Assemblea Regionale Siciliana) ha approvato all´unanimità e in via definitiva alle 17:18 di oggi il disegno di legge recante «Norme in tema di impignorabilità della prima casa e di beni mobili e immobili strumentali all´esercizio di imprese, arti e professioni, e di riforma del sistema di riscossione esattoriale». In proposito, l´Assessore al Comune di Vittoria e Vicepresidente di Avviso Pubblico Piero Gurrieri (foto), estensore del testo legislativo e coordinatore della Conferenza nazionale dei Sindaci costituitasi nella primavera del 2013, ha espresso soddisfazione per l´approvazione di un disegno di legge che, ha dichiarato, "chiedo che sia chiamato Legge Giovanni Guarascio (il muratore che morì dopo essersi dato fuoco per la casa all´asta, n.d.r.), in memoria non solo di questo nostro Concittadino, ma, insieme con lui, delle tante, troppe vittime di un sistema, quello delle esecuzioni immobiliari, dominato dall´ingiustizia, dall´opacità, dalla speculazione e all´interno del quale si annidano anche gruppi criminali e consorterie mafiose".

Gurrieri, che ha voluto ringraziare i parlamentari che ne hanno consentito l´approvazione, ha concluso: "Faremo di tutto, e sottolineo di tutto, perché questa legge sia rapidamente approvata dal Parlamento italiano, cui sarà rimessa. In attesa di questo esame, è inoltre necessario che il Governo Renzi, al quale chiederemo un incontro urgente per ribadire questa richiesta, sospenda con decreto per almeno un anno i procedimenti esecutivi pendenti nei Tribunali della Repubblica, quando riguardino l´unica casa o i beni necessari all´impresa".


NON PAGATE LE MULTE
22/10/2014 | 19.39.06
marcotullio

Se si ha solo la prima casa, da ora in poi non è necessario pagare le multe perché non vi possono più fare niente!