Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 798
PALERMO - 12/10/2014
Sicilia - Lo hanno deciso il governatore Crocetta e l’assessore Borsellino

Licenziamento per 89 dipendenti del servizio 118

La Seus non avrebbe effettuato la verifica dei requisiti al momento dell’immissione in servizio Foto Corrierediragusa.it

Scatta nelle prossime ore l´iter per l´invio di lettere di licenziamento per 89 lavoratori del servizio di emergenza-urgenza della Seus 118: 80 per reati ostativi per condanne penali passate in giudicato e 9 per giusta causa.
L´annuncio è del presidente della Regione Rosario Crocetta e dall´assessore alla Salute Lucia Borsellino in base allo screening effettuato dalla società diretta da Angelo Aliquò e che ha riguardato complessivamente 3mila 269 dipendenti tra autisti-soccorritori e impiegati del settore amministrativo.

Gli 89 destinatari delle lettere di licenziamento proseguono ancora la loro attività all´interno della Seus, e, non appena riceveranno a domicilio le missive, dovranno predisporre, come prevede la legge, le controdeduzioni. La Seus ha deciso che queste dovranno pervenire cinque giorni dopo il ricevimento della lettera. Solo allora si potrà comprendere quanti di questi saranno costretti ad abbandonare il posto di lavoro. Secondo indiscrezioni potrebbero essere una cinquantina. Ma è presto per dirlo. Il presidente Crocetta ha pure sottolineato che a suo tempo la Seus non avrebbe effettuato la verifica dei requisiti al momento dell´immissione in servizio e le verifiche effettuate ora postume avrebbero posto la condizione per il licenziamento.