Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1412
PALERMO - 08/06/2014
Sicilia - Il presidente della Regione fa anche le pulci al Pd

Crocetta gongola: attivo di 400 milioni in Bilancio Regione

"Non avremo più problemi in Sicilia. La prossima manovra potrà contare su 700 milioni in più fino al 2017" Foto Corrierediragusa.it

Rosario Crocetta (nella foto) gongola e attacca. Il consuntivo 2013 darà un attivo di 400 milioni grazie alle sentenze della Corte Costituzionale che ha riconosciuto il gettito per la Regione grazie alle imposte pagate in Sicilia dalle imprese che hanno sede nell´isola.

Il tutto si traduce in liquidità e Crocetta dice: "Non avremo più problemi in Sicilia. La prossima manovra potrà contare su 700 milioni in più fino al 2017. Finalmente usciamo dalla fase emergenziale e possiamo programmare le risorse Entro la prossima settimana invieremo in Parlamento la nuova Finanziaria Per me, dopo un anno e mezzo, è la certificazione che abbiamo governato da galantuomini facendo l´interesse della Regione. Sono così serviti quanti hanno gufato ed hanno tentato il "golpe" nei confronti del mio governo. Io non mi faccio dettare agende da nessuno perchè sono fuori dalle correnti. Non so se sia stato un bene o un male questo fatto nella mia carriera politica. Io mi sono sempre difeso bene, come una tigre. Ho sempre detto al Pd: decidete e proponete.

Il problema è che questo partito non ha mai deciso sulle correnti e sulla base di quest´indecisione non avrei nemmeno dovuto fare un governo. Al segretario regionale del Pd che chiede di rivedere la delegazione in giunta, io rispondo che di ciò che riguarda il Pd se ne deve occupare il Pd. Se il Pd vuole portare avanti una riflessione interna, che lo faccia. Io non ho mai detto no a una proposta del Pd per la costituzione della giunta, ma questi sono argomenti che si affrontano in modo unitario, attraverso il confronto. Ad oggi, invece, il Pd non ha neanche una segreteria regionale, ha solo il segretario. E finché sarò iscritto al Pd, il partito non potrà mai dire che non sostiene questo governo. Sono due cose che fanno a pugni. Altrimenti si disconosce il mio ruolo di dirigente nazionale".