Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1304
PALERMO - 28/01/2014
Sicilia - Sentito oggi dal Pm che coordina l’inchiesta. Colloquio di due ore assistito dal suo legale Salvatore Campanella

Leontini rigetta le accuse sulle "spese pazze" all´Ars

L’ex deputato Pdl ha parlato anche delle spese per cene "tutte elettorali" e spese legali "assolutamente legittime" Foto Corrierediragusa.it

Innocenzo Leontini (nella foto) è stato sentito presso la Procura di Palermo dal Pm, Maurizio Agnello, che coordina l´inchiesta sulle Spese pazze" all´Ars. Leontini è uno dei 13 capigruppo indagati per peculato in concorso con altri. L´ex capogruppo del Pdl all´Ars, secondo l´accusa, avrebbe speso somme a titolo personale che erano invece state assegnate al gruppo. L´ex parlamentare Pdl è stato accompagnato dal suo legale di fiducia, Salvatore Campanella del foro di Modica, ed ha risposto per oltre due ore alle domande del Pubblico Ministero.

A conclusione del colloquio Innocenzo Leontini ha ancora una volta precisato che "Gran parte dei fondi sono stati utilizzati per le spese del personale, circa il 94 per cento. E certo la cifra può apparire rilevante in considerazione del fatto che il gruppo Pdl era il più numeroso per numero di dipendenti e deputati. Non mi sono mai messo un euro in tasca dei soldi del gruppo. Per quanto riguarda le multe che sarebbero state pagate con i fondi pubblici Leontini ha chiarito: Ho sempre pagato tutte le multe personalmente. Una sola è stata pagata con i fondi del gruppo ma perchè per un certo periodo veniva utilizzata la mia vettura privata per fini istituzionali mentre al gruppo non era ancora stata assegnata una macchina".

Per le consumazioni al bar dei collaboratori del gruppo l´ex parlamentare ha detto: "Quando firmavo il riepilogo mensile delle spese al bar fatte dai collaboratori facevo un provvedimento cumulativo. Nei 64 euro del bar magari rientravano anche le mance, ma io non sono mai entrato nel dettaglio delle spese. Non ho mai analiticamente conosciuto le spese". L´ex deputato ha parlato anche delle spese per cene "tutte elettorali" e spese legali "assolutamente legittime. Innocenzo Leontini terrà una conferenza stampa nel capoluogo per ribadire quanto dichiarato al magistrato.