Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 828
PALERMO - 28/12/2013
Sicilia - Il 4 gennaio il documento finanziario sarà discusso in aula, entro il 10 l’approvazione

Governo regionale cerca soldi per i precari

Attesi tagli a forestali, cultura, trasporti locali ed enti inclusi nella famigerata tabella H Foto Corrierediragusa.it

La commissione Finanze dell´Ars ha approvato lo schema di bilancio e si prepara ora all´esame dell´aula. Il 4 gennaio il documento arriverà a Sala D´Ercole ed il presidente Rosario Crocetta conta di ottenere il sì alla manovra finanziaria entro la prima decina di giorni di gennaio. Il bilancio regionale prevede è di 25 miliardi di euro ed introduce come novità, dice l´assessore Luca Bianchi, una razionalizzazione della spesa che varia tra il 2 ed il 3 per cento. Il Bilancio regionale mantiene le spese obbligatorie ma deve ancora risolvere il nodo precari perchè per garantire il mantenimento di questo personale bisogna trovare 320 milioni di euro.

"Il problema e´ che questi 300 milioni di tagli di spesa incidono su alcuni capitoli di spesa a cui tutti siamo affezionati, primi fra tutti i deputati - dice l´assessore Bianchi - quindi bisognerà valutare questo. Dal punto di vista della quadratura la manovra e´ perfettamente quadrata, ora vedremo se l´Ars riterrà di fare degli aggiustamenti ma sui precari non ci sono preoccupazioni". L´ipotesi di lavoro del governo regionale è di tagliare fondi agli enti inseriti nella famigerata tabella H, al trasporto locale, ai forestali, alla cultura. Un percorso accidentato ma obbligato anche se il M5S ha già detto no alla proroga per i precari.