Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1167
PALERMO - 06/11/2013
Sicilia - La somma stanziata in sede di variazioni di bilancio dal governo regionale

Per le province siciliane in arrivo 3 milioni e mezzo

Le variazioni, che sarebbero dovute arrivare in aula a inizio ottobre ed essere approvate entro il mese, dovranno ora andare al vaglio di sala d’Ercole. Verso l’esercizio provvisorio?

Ossigeno per le nove province siciliane. Sospese tra lo scioglimento ed il commissariamento il Governo regionale ha deliberato uno stanziamento di tre milioni e mezzo di euro a favore degli enti. La somma è stata reperita in sede di variazione di Bilancio che sono state approvate dopo una lunga seduta dalla commissione competente. I fondi a favore delle provincie sono stati proposti dall´assessore Luca Bianchi che si è reso conto delle grandi difficoltà delle province nell´assolvere il loro ruolo istituzionale.

I tre milioni e mezzo serviranno almeno a chiudere il bilancio delle spese obbligatorie ovvero il pagamento degli stipendi ai dipendenti fino alla fine dell´anno. Non resta molto altro per i commissari straordinari se non pochi spiccioli con i quali bisogna far fronte a tutta una serie di incombenze dall´assistenza al diritto allo studio. Lo sa bene il commissario straordinario di Ragusa, Giovanni Scarso, alle prese con problemi quotidiani di reperimento delle risorse. Le variazioni, che sarebbero dovute arrivare in aula a inizio ottobre ed essere approvate entro il mese, dovranno andare al vaglio di sala d’Ercole.

Visti i tempi estremamente stretti sembra sempre più probabile che, alla fine, si decida, al contrario delle intenzioni fin qui manifestate, a ricorrere all’esercizio provvisorio per avere più tempo per il passaggio all’analisi del bilancio di previsione 2014.