Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 673
PALERMO - 14/08/2013
Sicilia - Era stato chiesto il ripristino delle tariffe applicate prima della circolare Borsellino

Tar respinge ricorso laboratori analisi. Tagliati i rimborsi

I titolari dei laboratori, alla luce della sentenza del Tar, dovranno anche restituire circa 140 milioni incassati per rimborsi non dovuti

I giudici del Tribunale amministrativo di Palermo hanno respinto il ricorso di un centinaio di laboratori d´analisi siciliani che contestavano i provvedimenti presi dall´assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino. I titolari dei laboratori chiedevano l´annullamento del decreto assessoriale 170/2013 con il quale erano stati imposti i recuperi da effettuare sulle prestazioni erogate e una minore remunerazione di alcune prestazioni determinatasi a seguito anche di provvedimenti nazionali e regionali. I giudici della Terza Sezione del Tar di Palermo, presieduta da Nicolò Monteleone, hanno respinto il ricorso e legittimato i provvedimenti emessi dal governo Crocetta. I titolari dei laboratori convenzionati con il Servizio Sanitario nazionale dovranno dunque adeguarsi al taglio di circa il 40 per cento medio per le prestazioni erogate ai pazienti con le varie esenzioni.

I titolari dei laboratori, alla luce della sentenza del Tar, dovranno anche restituire circa 140 milioni incassati per rimborsi non dovuti. La somma dovuta dai laboratori di tutta la Sicilia potrà essere spalmata nei prossimi tre anni. I titolari dei laboratori stanno seriamente pensando a disdire le convenzioni a suo tempo stipulate perchè i costi di gestione dei laboratori sono troppo alti ed i rimborsi con l´applicazione delle nuove tariffe non coprono il costo del lavoro e di gestione. Secondo i sindacati su circa 650 laboratori in Sicilia già 200 hanno chiuso e la sentenza del Tar potrebbe accelerare un processo già avviato. In termini di servizio ai cittadini saranno gli ospedali le strutture dove i pazienti potranno rivolgersi con prevedibili allungamenti dei tempi.