Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 875
PALERMO - 28/03/2013
Sicilia - Nelle realtà locali si deve riproporre lo schema regionale

Amministrative: primarie per i candidati del centro sinistra

La consultazione dovrà tenersi entro metà aprile per individuare i candidati a sindaco

Le direttive del tavolo regionale del centro sinistra sulle prossime elezioni amministrative cambiano le prospettive per le candidature a sindaco. Le indicazione palermitane sono infatti chiare ed obbligano gli schieramenti che fanno riferimento al centro sinistra a partecipare alle primarie di coalizione. Quanti sono già scesi in campo in modo autonomo devono dunque attenersi a questa regola e partecipare alla corsa interna.

Il tavolo regionale cui hanno partecipato i massimi esponenti di Pd, Udc e Megafono vogliono che lo schema sperimentato al governo regionale venga riproposto nelle realtà locali e quindi nessuno spazio ad iniziative personali ed autonome. Con questa direttiva dovranno dunque fare i conti Giovanni Cosentini, Peppe Calabrese e quanti, come Mario D´Asta, si sono già proposti.

Giovanni Cosentini ha già tappezzato la città con i suoi manifesti ma il suo sforzo potrebbe rivelarsi inutile; per arrivare a palazzo dell’Aquila Cosentini dovrà superare infatti Peppe Calabrese alle primarie, il cui turno si terrà a metà aprile. Nella corsa alle primarie ci sarà certamente anche Sonia Migliore che ha lanciato da tempo il suo nome in nome e per conto dell’Udc. Le regole valgono in tutti i comuni e lo schema si ripropone anche a Modica.