Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:15 - Lettori online 973
PALERMO - 22/11/2012
Sicilia - L’azienda ha un buco di bilancio e ridimesionerà i servizi di lunga percorrenza

Progetto Ast taglia corse per Palermo e Catania

Tre su quattro corse per Palermo salteranno, otto su tredici da e per Catania

La provincia di Ragusa sarà la più penalizzata dai tagli che l’Ast ha programmato per mettere a posto i suoi bilanci.

L’azienda deve infatti tagliare entro l’anno 300 mila km di percorrenza su 700 mila; l’azienda ha deciso di «razionalizzare» le corse dei sui pullman sulle tratte extraurbane e non quelle urbane e suburbane per rientrare nei parametri imposti dalla Regione e coprire una buona parte del buco di bilancio accumulato negli anni. L’Ast ha dunque elaborato un piano che tocca da vicino Ragusa ed in particolare i collegamenti con Palermo, Catania e con l’aeroporto di Fontanarossa.

Le corse da e per Palermo passeranno da quattro ad una giornaliera; resteranno solo otto corse sulle tredici attuali per i collegamenti via Ragusa per Modica, Scicli e Donnalucata, e via Siracusa per Pozzallo. Sei corse su otto scompariranno sulla direttrice Siracusa – Catania ed otto su undici sulla Caltagirone Catania. Colpite anche Messina ed il suo hinterland. Il progetto è già pronto ma ha incontrato il no dei sindacati che pensano alle gravi ripercussioni sugli utenti e sugli studenti in particolare. Per non parlare della possibilità di raggiungere in tempi ragionevoli l’aeroporto.