Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 866
PALERMO - 27/09/2012
Sicilia - La candidatura della sindacalista della Fiom alle regionali al posto di Claudio Fava

Giovanni Iacono:" Scelta Marano è segnale forte"

Il candidato di IdV non condivide l’idea che la scelta possa rafforzare Rosario Crocetta Foto Corrierediragusa.it

Il candidato ibleo di IdV alle regionali Giovanni Iacono (foto), saluta con favore la candidatura di Giovanna Marano e non condivide l´idea che questa scelta possa favorire Rosario Crocetta.

Dice Iacono: "Sulle considerazioni riguardo al nostro candidato Presidente della Regione, Giovanna Marano, mi permetto di sottolineare che questa scelta non cambia nulla nel progetto di alternativa radicale e di discontinuità con tutto ciò che fino ad oggi ha mal-governato la Sicilia e che ha visto come principali protagonisti il PdL, l´Mpa, il PD, l´UDC e gli altri partiti a contorno e cambia invece, in meglio, la nostra proposta del Presidente.

Lo dico perchè la Marano è donna e segna anche in questo una discontinuità e poi perchè la Marano è una donna che è stata ed è in "trincea" a fianco dei lavoratori, dei disoccupati, dei precari ed è stata protagonista delle grandi vertenze di lavoro che hanno riguardato la Sicilia.

Giovanna Marano è quindi un segnale forte che abbiamo voluto dare al mondo del lavoro nel suo insieme, imprese e lavoratori. Vogliamo cambiare pagina rispetto alla disastrosa condizione in cui versa la Sicilia per responsabilità della classe politica rappresentata dai vari gattopardi dei partiti sopra evidenziati.

Quindi non condivido la considerazione che la candidatura Marano ´rafforzi Crocetta´ perchè la nostra candidatura non ha alcuna similitudine o affinità con il gruppo Crocetta, Lumia, Cracolici, Cardinale ciò che rappresentano e le alleanze che un minuto dopo le elezioni avremo modo di constatare, verranno fatte!".

La rinunzia di Claudio Fava e la candidatura di Giovanna Marano
Claudio Fava non sarà il candidato di IdV, Sel, Federazione della sinistra e Verdi alla presidenza della Regione. Fava ha infatti presentato in ritardo i documenti per ottenere la residenza in un comune della Sicilia, in particolare Isnello, centro delle Madonie, ed è stato quindi escluso dalla competizione elettorale., Un gran pasticcio che ha obbligato i partiti della coalizione a cercare un altro candidato.

Sel, Idv, Fds, Verdi hanno dunque deciso di candidare l’ex leader siciliana della Fiom, Giovanna Marano. "La scelta di Giovanna, dirigente del movimento sindacale, protagonista delle più importanti vertenze operaie in Sicilia, raccoglie la sfida sul lavoro e sui diritti sociali che sono al centro del nostro programma di governo", ha detto lo stesso Fava a proposito della nuova candidatura. I partiti della sinistra aveva cercato di ottenere il sì di Rita Borsellino ma l’eurodeputata ha declinato l’invito.

Si sono poi rivolti al senatore Fabio Giambrone che non ha accettato e quindi la scelta è caduta su Giovanna Marano che appare una scelta di ripiego, dettata dall´urgenza dell’ultima ora, che potrebbe portare acqua verso Rosario Crocetta.