Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 619
PALERMO - 11/11/2010
Sicilia - Palermo: i soldi arrivano dall’Unione Europea

Bandi formazione professionale per 16mila giovani al via

Con 207 milioni del fondo sociale

Partono i bandi per la formazione professionale. I soldi arrivano dall’Unione Europea e premiano ben 380 enti in tutta la Sicilia che avvieranno a breve corsi di formazione. Panettieri, parrucchieri, operatori informatici, falegnami, mediatori culturali, assistenti sociali, c’è di tutto e di più nel gran mare della formazione professionale. Da Bruxelles arrivano 207 milioni del fondo sociale e a beneficiarne sono 16 mila giovani, la maggioranza dei quali disoccupati, che saranno formati dagli enti selezionati dalla apposita commissione istituita dalla Presidenza della Regione.

Nell’avviso 6 dei corsi autorizzati e finanziati trovano posto quelli per formare le professionalità degli antichi mestieri tra cui gli acconciatori, 15 posti a cura della Eris, 515 mila euro, ed altrettanti pasticcieri, curato dalla Cbt, con mezzo milione di euro; e poi ancora artigiani e panificatori i cui trenta corsisti costeranno in tutto quasi 600mila euro. Nell’avviso 7 trovano invece spazio operatori dei beni culturali, sociali, mediatori linguistici che viaggiano tutti alla media dei 400 mila euro di finanziamento. Una pioggia di soldi che serviranno ad alleviare il peso della disoccupazione, almeno temporaneamente, e a formare professionalità anche se sugli esiti della formazione finale non sono pochi i dubbi soprattutto per le modalità con cui questi corsi sono stati gestiti.