Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 863
PALERMO - 27/09/2010
Sicilia - Palermo: per concorso in abuso d’ufficio

Rinvio a giudizio per il senatore Pd Crisafulli

Secondo l’accusa, il politico avrebbe chiesto e ottenuto la pavimentazione, a spese della Provincia di Enna, di una strada comunale, a Enna Bassa, che porta alla sua villa Foto Corrierediragusa.it

Il senatore del Pd Vladimiro Crisafulli (nella foto) è stato rinviato a giudizio per concorso in abuso d´ufficio. Secondo l´accusa, Crisafulli avrebbe chiesto e ottenuto la pavimentazione, a spese della Provincia di Enna, di una strada comunale, a Enna Bassa, che porta alla sua villa.

Insieme a Crisafulli sono stati rinviati a giudizio, un funzionario della Provincia, Mario Scinardi, il caposquadra Marcello Catalfo e il titolare della ditta che realizzò i lavori, Carmelo Sultano di Gela. Il reato di concorso in abuso d´ufficio viene contestato anche ai due dipendenti della Provincia e al titolare della ditta. L´inchiesta e´ stata condotta dal pm Marcello Cozzolino.

Per diversi mesi, i carabinieri del reparto operativo hanno tenuto sotto controllo la zona dove vive Crisafulli, che sarebbe stato ripreso da una fotocamera mentre dall´esterno del balcone di casa propria avrebbe osservato l´andamento dei lavori.

"Sono serenissimo, perchè non c´entro niente. È certo che in sede dibattimentale si chiarirà tutto. Sono completamente estraneo ai fatti e fiducioso nell´azione della magistratura, in genere, e di quella giudicante in particolare".

Così il senatore del Pd, Vladimiro Crisafulli, commenta a margine della conferenza stampa in vista del congresso del Pd, il suo rinvio a giudizio a Enna per concorso in abuso d´ufficio. Per l´accusa il senatore avrebbe chiesto e ottenuto la pavimentazione di una strada, a spese della Provincia di Enna, per poter accedere alla sua villa.

Secondo i legali di Crisafulli, la strada non conduce solo alla casa del senatore, ma serve, come diramazione della statale 117, una contrada di villette e abitazioni rurali di proprietà di altri politici ennesi.

Fonte: lasiciliaweb.it