Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1151
MODICA - 12/01/2010
Sicilia - Modica: gli ambulanti si erano piazzati lungo corso Umberto I

Immigrati messi in fuga dai vigili. Facevano il piercing

E’ probabile che gli abusivi fossero sprovvisti del permesso di soggiorno

Alcuni immigrati si erano piazzati l´altra sera lungo corso Umberto I, addirittura provvisti di attrezzature per il piercing, senza autorizzazioni di sorta e in barba ai più elementari accorgimenti per l´igiene e la sterilizzazione.

Una mezza dozzina di ambulanti se la sono data a gambe, alla vista degli agenti di polizia municipale della squadra annonaria, abbandonando la merce per un valore di alcune centinaia di euro. Il servizio di controllo del territorio da parte dei vigili urbani ha consentito di evitare guai a qualche incauto cittadino, magari di giovane età e desideroso di farsi un piercing, come va di moda tra le nuove generazioni, senza però essere consapevole dei rischi, in primis malattie ed infezioni, ai quali si può andare incontro se non si effettuano simili operazioni in ambienti asettici e con strumenti sterilizzati.

E non erano certo queste le garanzie offerte dagli immigrati. Considerata la fuga precipitosa e l´abbandono della merce, non è escluso che gli ambulanti fossero sprovvisti del permesso di soggiorno. «Induce a riflettere – dichiara il comandante della polizia municipale Giuseppe Puglisi – la singolare circostanza che questi immigrati detenessero strumenti per effettuare il cosiddetto piercing. Invito pertanto i cittadini – conclude Puglisi – a prestare parecchia attenzione a queste situazioni, preferendo sempre i locali adatti e le persone autorizzate per questo genere di operazioni».

In ogni caso i controlli della polizia municipale proseguiranno e saranno intensificati in primavera non solo nei confronti degli ambulanti, ma anche dei titolari di bar, pub e pizzerie, per il rispetto delle porzioni di suolo pubblico loro assegnate dal comune. Lo ha confermato l´assessore al centro storico Antonio Calabrese, il quale ha altresì tenuto a precisare che il corso Umberto I, da piazza Corrado Rizzone a salire, è interdetto agli ambulanti.