Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1634
MESSINA - 16/10/2016
Sicilia - Nel corso di un convegno tenutosi a Taormina alla Fondazione "De Gasperi"

Alfano lancia ipotesi Olimpiadi 2028 in Sicilia

Grazie all’esperienza del prossimo G7 che si terrà a Taormina e alle nuove infrastrutture Foto Corrierediragusa.it

Prima il G7, poi le Olimpiadi. Angelino Alfano (foto) punta in alto e manifesta i suoi programmi proprio a Taormina per un´iniziativa della fondazione Alcide De Gasperi. Il ministro degli Interni ci crede e lancia l´ipotesi di un´edizione siciliana dei giochi olimpici nel 2028. Un´occasione che per Alfano è "una sfida straordinaria perché consente alla Sicilia di stagliarsi agli occhi del mondo come una terra in grado di ospitare i grandi eventi".

Proprio da questo parte Alfano. Perché, secondo il titolare del Viminale, "andando bene il G7, l´Isola potrà candidarsi per le Olimpiadi, non per l´anno in cui Roma le ha perse, ma quelle successive del 2028, con un sistema da infrastrutture. Il G7 potrà essere un volano per grandi eventi in Sicilia". Qualche settimana fa era stato anche il presidente della Regione Rosario Crocetta a proporre i Giochi in Sicilia, anche se si riferiva al 2024. "La Regione - aveva detto il governatore - sarebbe felice di ospitare le Olimpiadi. Per la Sicilia equivarrebbe a un´occasione per un ulteriore processo di crescita e sviluppo".