Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 936
MESSINA - 18/07/2013
Sicilia - Nel verminaio della Formazione professionale

Formazione: arresti eccellenti a Messina

Truffe, concussione, peculato, corruzione, c’è di tutto nei capi d’imputazione contro politici e le mogli dei parlamentari Genovese e Buzzanca Foto Corrierediragusa.it

Nel verminaio della Formazione professionale non c’è più nulla da scoprire. Il 2013 sarà ricordato come l’anno che ha sollevato il coperchio della mala gestione dei corsi gestiti dagli enti e finanziati dalla Regione e dalla Comunità europea. Le inchieste giudiziarie partite da Palermo e Catania sono giunte a Messina, dove la magistratura peloritana ha mandato agli arresti domiciliari personaggi politici influenti, fra cui le mogli di Francantonio Genovese (foto) e Gianluca Buzzanca. Pd e Pdl, in fatto di corruzione, truffa, peculato e concussione, pari sono. Dopo la tempesta, il segretario regionale Giuseppe Lupo ha chiesto alla commissione di garanzia del partito democratico di procedere con l’espulsione di tutti gli iscritti al Pd che risultino coinvolti nello scandalo della formazione.

Le indagini riguardano corsi di formazione per i quali gli enti hanno ricevuto finanziamenti senza fare iniziare i corsi progettati. Un malcostume divenuto sistema che ha visto e continua a vedere il personale della formazione come l’anello più debole della catena. Da quasi 10 mesi i dipendenti degli Interventi formativi, dei Servizi e dello Oie (Obbligo di istruzione formativa che riguarda i ragazzi che hanno concluso la terza media), non percepiscono gli stipendi e assistono basiti a questa escalation di corruttele che rischia di travolgere tutti allargandosi a dismisura. Ben vengano le indagini per fare chiarezza definitiva su un sistema non più tollerabile, ma qualcuno deve farsi carico di sollecitare a chi di competenza le spettanze mensili attese dai lavoratori.


C´è, c´è
18/07/2013 | 10.18.14
bertoldo

Non è vero che ´non c´è più nulla da scoprire´ sullo scandalo formazione. C´è, c´è, altroché! E molto vicini a noi... Ai mandati di custodia cautelare ne manca ancora qualcuno. Qualcuno che sicuramente non dorme bene la notte...