Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 891
MESSINA - 28/12/2010
Sicilia - Messina: la richiesta del pm Santo Melidona

Gestione del Cas, chiesto rinvio a giudizio per Nino Minardo

L’inchiesta sulla gestione del Consorzio autostrade e su una delibera del settembre 2007
Foto CorrierediRagusa.it

Il pubblico ministero del tribunale di Messina Santo Melidona ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex presidenti del Consorzio Autostrade Nino Minardo (nella foto) e Patrizia Valenti, per gli ex membri del consiglio di amministrazione Carmelo Torre, Angelo Paffumi e Giuseppe Faraone, e per il dirigente Felice Siracusa. Per tutti l´accusa è di abuso d´ufficio e rifiuto d´atti d´ufficio.

L´inchiesta verte sulla gestione del Cas e riguarda in particolare una delibera del settembre 2007, quando presidente era Nino Minardo, attualmente deputato nazionale del Pdl. La delibera era relativa alla nomina di di Vincenzo Pozzi, ex manager dell´Anas, a direttore generale del Consorzio autostrade.

Una nomina contestata da alcuni componenti del consiglio d´amministrazione che ritennero illegittimo che il direttore generale non fosse un funzionario che facesse parte del personale interno. Inoltre, secondo l´accusa, Minardo, Torre,Paffumi e Faraone, nel deliberare l´affidamento dell´incarico all´ingegner Pozzi avrebbero omesso di eseguire la sentenza del Tar del 2006 che obbligava il Cas a procedere alla nomina mediante l´approvazione della graduatoria del concorso interno per titoli. (Ansa)