Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 21 Settembre 2018 - Aggiornato alle 15:21
CATANIA - 23/02/2018
Sicilia - Operazione a largo raggio della guardia di finanza

Otto arresti per corruzione, c´è anche il sindaco di Acireale

L’indagine riguarda diversi episodi di possibile corruzione e turbativa d’asta in appalti pubblici Foto Corrierediragusa.it

La procura distrettuale di Catania ha emesso otto ordinanze di custodia cautelare (5 in carcere e 3 ai domiciliari) per corruzione e turbativa d´asta, a conclusione di articolate indagini condotte dalla guardia di finanza. Tra gli arrestati c’è anche il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo. L´indagine riguarda diversi episodi di possibile corruzione e turbativa d´asta in appalti pubblici nei Comuni di Acireale e Malvagna, centro del Messinese. L’arresto del sindaco di Acireale, nell’ambito dell’operazione condotta dalle fiamme gialle, ha suscitato clamore e incredulità. Roberto Barbagallo, 43 anni, ingegnere, era stato eletto alle amministrative del maggio 2014 come candidato sindaco espressione del movimento civico "CambiAmo Acireale". Era sostenuto anche dalle liste "Democratici per Acireale", "Popolari per Acireale" e "Acireale Futura". Nel 2009 era risultato il primo degli eletti al consiglio comunale di Acireale.