Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 15 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 11:44
CATANIA - 30/11/2017
Sicilia - Gli esiti incredibili dell’operazione "Km 0"

Bimbo di soli 6 anni usato come spacciatore di droga

Le persone finite in manette sono 36 Foto Corrierediragusa.it

Incredibile a scriversi, ma c’era pure un bambino di sei anni che, probabilmente immaginando di stare giocando, spacciava marijuana e cocaina, al civico 3 di viale Biagio Pecorino, in una delle piazze di spaccio più remunerative del suk della droga a Librino. Il bimbo, inconsapevole di ciò che stesse realmente facendo, veniva impiegato per le attività di spaccio ed era il figlio della convivente di uno dei 36 tra spacciatori e organizzatori arrestati nell’operazione dei carabinieri denominata «Km 0». Quasi sempre due e tre vedette lavoravano ininterrottamente dalle 8 della mattina sono alle due di notte. Il guadagno si aggirava intorno ai 2.000 euro al giorno frutto di almeno 200 consegne di stupefacente.

Cento euro al giorno andavano agli spacciatori, 70 alle vedette, e una cifra che variava dai 50 ai 100 euro per i pusher che finivano in manette, purché tenessero la bocca chiusa e che alla loro scarcerazione fossero nuovamente disponibili a lavorare per il gruppo. Tra gli arrestati anche una donna, già implicata in traffici illegali relative allo spaccio di droga.