Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:36 - Lettori online 1355
CATANIA - 21/08/2016
Sicilia - Resta indagata la madre, ritenuta colpevole di abbandono di minore

I funerali del piccolo Giorgio sbranato dai dogo argentini

Don Alfio Privitera, che, nella stessa chiesa, appena un anno, fa aveva battezzato il bambino, ha officiato il rito funebre Foto Corrierediragusa.it

Cordoglio ai funerali, nel santuario di Mompilieri a Mascalucia, del piccolo Giorgio, il bimbo sbranato dai cani di famiglia il giorno dopo Ferragosto nel centro etneo. Accanto alla piccola bara bianca la madre del bambino di 18 mesi che mostra evidenti i segni e le ferite dell´assalto del dogo argentino di tre anni che ha azzannato e ucciso suo figlio. Vicino a lei suo marito. ha celebrato la funzione è stato padre Alfio Privitera, rettore del Santuario di Mompilieri, lo stesso sacerdote che, nella stessa chiesa, appena un anno, fa aveva battezzato il bambino. «In questi momenti ci si chiede Dio dov´è, se è girato dall´altra parte - ha detto il rettore nell´omelia - ma Dio c´era anche quando Gesù moriva e Maria era ai piedi della croce». Il corpo del piccolo è stato tumulato nel cimitero di Mascalucia. Dal punto di vista giudiziario è indagata la madre, rimasta ferita nel tentativo di salvare il figlio. L´ipotesi di reato contestata dal pm alla donna è abbandono di minore. Un avviso di garanzia è stato notificato all´indagata, che tramite il suo legale ha raccontato che era accanto al figlio ed ha cercato di proteggerlo.

(foto: l´ingresso della villetta della famigia Privitera posta sotto sequestro dai Carabinieri)