Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1363
CATANIA - 10/02/2016
Sicilia - L’inchiesta "Vicerè" della Dda di Catania nei confronti dei componenti del gruppo catanese

Mafia, colpo allo storico clan Laudani con 109 arresti

Oltre 500 i carabinieri che stanno eseguendo in Italia e all’estero il provvedimento restrittivo Foto Corrierediragusa.it

Maxi operazione antimafia dei carabinieri di Catania: militari dell´Arma hanno eseguito un´ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 109 indagati. Arresti sono in corso in Italia e all´estero. Al centro delle indagini, coordinate dalla Dda della Procura, lo storico clan Laudani. Sono oltre 500 i carabinieri del Comando provinciale di Catania ed unità specializzate che stanno eseguendo in Italia e all´estero il provvedimento restrittivo emesso dal gip di Catania, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di 109 persone, dirigenti ed affiliate del clan mafioso Laudani. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, spaccio e traffico di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi. Le indagini dell´inchiesta "Viceré", con un´ordinanza eseguita dai carabinieri di Catania contro il clan Laudani, noti come "mussi ´i ficurinia", coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) della Procura distrettuale di Catania, hanno consentito di ricostruire l´organigramma della cosca.