Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 719
CATANIA - 19/10/2015
Sicilia - Il poliziotto aveva tentato di bloccare i malviventi

Banditi mascherati assaltano negozio e feriscono agente

Due gli arresti della squadra mobile Foto Corrierediragusa.it

La squadra mobile di Catania ha arrestato due rapinatori che hanno ferito alla testa, colpendolo con il calcio di una pistola, un agente della polizia di Stato che, fuori dal servizio e disarmato, ha tentato di bloccarli, dopo che avevano assalito un negozio nella zona commerciale di Misterbianco. Sono Giuseppe Aurora, di 27 anni, e Salvatore Cosenza, di 22, che hanno reso ampia confessione. Un terzo complice, irreperibile, è indagato. L´agente, in servizio alla sezione ´Contrasto al crimine diffuso´, è stato medicato in ospedale dove gli è stata suturata una ferita lacero contusa alla testa. Aurora è stato riconosciuto come l´autista a bordo di una Mercedes, poi ritrovata, in attesa dei due banditi che, uno con passamontagna e l´altro indossando una maschera da carnevale, armati di pistola avevano fatto irruzione nel negozio rubando 500 euro. Il poliziotto, che era con moglie e figli minorenni, ha messo al sicuro la famiglia e ha tentato di bloccare i due malviventi. E´ scaturita una colluttazione al culmine della quale ha avuto la peggio, ma è riuscito a vedere in volto l´autista della Mercedes e quello che indossava un passamontagna, che era riuscito a strappargli di dosso. I due arrestati sono stati condotti in carcere.

Alle 19,40 del 16 ottobre scorso, un’autovettura Mercedes classe C con a bordo i tre rapinatori è arrivata nel parcheggio antistante l´esercizio commerciale Misterbianco. L’autista è rimasto in auto, mentre gli altri due hanno fatto irruzione nel negozio. Uno aveva il volto travisato da un passamontagna, mentre l´altro indossava una maschera di carnevale da vecchio. Armati hanno minacciato i dipendenti e si sono fatti consegnare 500 euro.

Un agente della Squadra Mobile si è accorto di tutto. Libero dal servizio e in compagnia della moglie e i figli, il poliziotto nonostante fosse disarmato ha sistemato i pacchi nella macchina ed è intervenuto avventandosi contro il rapinatore che era in possesso della pistola. Il poliziotto è riuscito a togliergli passamontagna: ma nel corso della colluttazione è stato colpito alla testa con l’arma. Ha tentato il tutto per tutto per fermarlo: si è aggrappato alla Mercedes ma è caduto. Sul posto sono arrivati i poliziotti della Squadra Mobile: sono state avviate le indagini e sono stati acquisiti i filmati. La Mercedes classe C è stata rinvenuta l’indomani parcheggiato in Viale Bummacaro, nel rione di «Librino». Il mezzo è stato sottoposto ai rilievi della Scientifica e, successivamente, sequestrato. Dagli accertamenti si risaliva all´identità del conducente, Giuseppe Aurora, e grazie alle indagini anche a nome e cognome dei due presunti complici. Uno dei due è Salvotore Cosenza. Aurora si è costituito, Cosenza è stato rintracciato a "Monte Po". Si cerca il terzo malvivente. Durante le perquisizioni sono stati sequestrati alcuni indumenti indossati in occasione della rapina.