Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1185
CATANIA - 16/08/2015
Sicilia - Erano ammassati nella stiva di un peschereccio al largo delle coste libiche

Altri 49 migranti trovati morti nel Canale di Sicilia

Attese 201 persone nel porto di Pozzallo, altri smistamenti ad Augusta e Trapani Foto Corrierediragusa.it

Il Canale di Sicilia si conferma sempre più pericoloso e letale per i migranti che lo attraversano. Altre 49 vittime sono state trovate a bordo di un peschereccio fermato al largo delle acque libiche.I corpi sono stati trovati dagli uomini della Marina militare nella stiva dell´imbarcazione immersi in acqua, nafta ed escrementi, come ha raccontato il comandante della nave Cigala Fulgosi che ha poi tratto in salvo 312 persone tra cui 45 donne e 3 minori. Le vittime, come sempre più spesso accade, sarebbero morte asfissiate per la mancanza d´aria nella stiva riempitasi dei vapori del carburante.

Le operazioni di trasbordo dei sopravvissuti e delle salme dalla nave della Marina militare alla norvegese Siem Pilot, che partecipa alle operazioni del dispositivo Frontex, sono terminate e la nave, che ha preso a bordo anche 103 persone salvate da una nave militare tedesca, sta già facendo rotta su Catania. Arriveranno in porto lunedì ed il sindaco Enzo Bianco ha proclamato per martedì il lutto cittadino. Gli altri migranti saranno smistati nei porti di Trapani, Pozzallo e Augusta. A Pozzallo ne arriverannno 201 a bordo della nave Phoenix. Su un altro barcone con 415 persone a bordo sono intervenuti un pattugliatore della Guardia Costiera croata, un pattugliatore della Guardia di Finanza e una nave inglese, tutti e tre inseriti tra gli assetti Triton e diretti verso il porto di Augusta. Sul gommone, con 103 persone a bordo, è intervenuta la nave militare tedesca Werra che ha tratto in salvo i migranti. Successivamente, li trasborderà sulla nave norvegese Siem Pilot. Il porto di rientro è Trapani.