Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 936
CATANIA - 01/08/2014
Sicilia - Si tratta di un insospettabile impiegato 61enne celibe

Torture ai bimbi in filmati online: un pervertito a Ragusa

Sequestrata un’ingente quantità di materiale: computer, hard disk, pen drive e supporti ottici Foto Corrierediragusa.it

C´è anche un insospettabile impiegato di 61 anni ragusano, celibe, tra le 34 persone indagate nell´ambito di una vasta operazione di contrasto della pornografia minorile su internet nata dalla collaborazione tra la polizia di Stato italiana e quella tedesca. La Procura di Catania ha disposto numerose perquisizioni domiciliari in varie città d´Italia, eseguite dalla polizia postale, nei confronti di 34 individui che dovranno rispondere adesso di detenzione e divulgazione di video pedopornografici su internet. Due persone, a Milano e Bologna, rispettivamente di 63 e 43 anni, sono state arrestate.

Gli indagati scaricavano e diffondevano video di pornografia minorile, alcuni dei quali mostravano abusi sessuali su bambini in età infantile, spesso di pochi anni, anche con torture.

Le perquisizioni hanno interessato le città di Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Como, Cuneo, Firenze, Ferrara, Livorno, Milano, Messina, Napoli, Novara, Pesaro, Pisa, Ragusa, Roma, Savona, Siena, Siracusa, Torino e Verona. Sequestrata un´ingente quantità di materiale: computer, hard disk, pen drive e supporti ottici.