Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1002
CATANIA - 21/06/2013
Sicilia - E’ stato definito uno dei vulcani "più emblematici e attivi del mondo"

L´Etna è adesso Patrimonio mondiale dell´Unesco

"La sua notorietà, la sua importanza scientifica e i suoi valori culturali e pedagogici sono d’importanza mondiale"

L´Unesco ha inserito oggi l´Etna nel patrimonio mondiale definendolo come uno dei vulcani "più emblematici e attivi del mondo". Il comitato dell´Unesco è riunito nella sua sessione annuale a Phnom Penh in Cambogia. L´Unesco ha aggiunto che l´Etna, il più importante vulcano in attività in Europa con un´attività conosciuta da almeno 2mila 700 anni, ha "una delle storie documentate di vulcanismo più lunghe del mondo". "I crateri della vetta, i coni di cenere, le colate di lava, le grotte di lava e la depressione della valle del Bove fanno dell´Etna una destinazione privilegiata per la ricerca e per l´istruzione", scrive ancora l´Unesco che nota come "esso continua ad influenzare la vulcanologia, le geofisica ed altre discipline della Terra".

"La sua notorietà, la sua importanza scientifica e i suoi valori culturali e pedagogici sono d´importanza mondiale", conclude. La zona classificata dall´Unesco come patrimonio mondiale, fa parte del Parco dell´Etna creato nel 1987. Il Comitato del patrimonio mondiale dell´Unesco nella sua riunione annuale di Phnom Penh dove vagliare l´iscrizione nel patrimonio di 31 luoghi naturali e culturali. Fino ad ora sono 962 i siti iscritti in 157 paesi. Tra i siti che hanno chiesto l´ammissione per il loro "valore universale eccezionale" figurano tra gli altri le Ville e i giardini medicei in Italia, il monte Fuji in Giappone e la città di Agadez in Niger. Ad annunciare l´inserimento dell´Etna da parte dell´Unesco nel suo patrimonio mondiale era stato il 3 maggio scorso il Ministero dell´Ambiente dopo che il Ministero degli Affari Esteri aveva comunicato l´esito positivo della valutazione da parte dell´Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), che aveva riconosciuto "l´importanza scientifica ed educativa, l´eccezionale attività eruttiva e l´ultra-millenaria notorietà del vulcano, icona del Mediterraneo".

"Il monte Etna - si legge nella dichiarazione - è rinomato per l´eccezionale livello di attività vulcanica e per le testimonianze inerenti a tale attività che risalgono a oltre 2.700 anni fa. La notorietà, l´importanza scientifica e i valori culturali ed educativi del sito possiedono un significato di rilevanza globale". Il ministero dell´Ambiente aveva definito l´inserimento del vulcano nel patrimonio Unesco "un risultato importante che riconosce l´unicità del patrimonio naturale italiano, il valore delle politiche nazionali di conservazione e il lavoro svolto negli ultimi anni dal Parco dell´Etna e dal Ministero dell´Ambiente, che nel gennaio 2012 ne ha patrocinato la candidatura".