Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 674
CATANIA - 24/10/2011
Sicilia - Disagi ieri sera a Fontanarossa per il risveglio improvviso del vulcano

Riaperto stamattina l´aeroporto di Fontanarossa

Ripresi regolarmente i voli anche se le compagnie aeree hano dovuto riproteggere i viaggiatori. Sempre più necessario aprire Comiso al più presto
Foto CorrierediRagusa.it

E´ stato riaperto alle 5.30 di stamane lo scalo di Fontanarossa. L´unità di crisi che si è riunita per valutare le condizioni di agibilità dello scalo dopo l´improvvisa eruzione dell´Etna ha valutato che ci sono le condizioni per l´operatività.

I primi voli per Torino, Milano, Roma, Verona, sono partiti dalle 7 in poi anche se le compagnie aeree hanno avuto qualche difficoltà a riproteggere i viaggiatori degli otto voli che ieri sono stati bloccati.

Nel corso della mattinata tuttavia la situazione dovrebbe ritornare alla normalità. L´unità di crisi segue l´evoluzione dell´attività dell´Etna anche se sembra che dal cratere Sud - Est l´attività è in netta fase calante.

Ancora una volta è emersa la delicatezza del sistema aeroportuale di Catania soggetto alle "intemperanze" dell´ Etna, dall´inizio dell´anno siamo alle 17ma eruzione ed alla conseguente chiusura dello scalo catanese. Dovrebbe essere un motivo in più per accelerare l´apertura dell´aeroporto di Comiso pronto da due anni ma sul quale ancora si cincischia. Piuttosto che dirottare i voli su Trapani e Palermo, come è avvenuto ieri, con pesanti conseguenze per i viaggiatori, Comiso offrirebbe a una valida alternativa e una sicurezza totale e soprattutto appena un´ora di distanza in termini di collegamento viario da Fontarossa.

Cosa è successo domenica sera

L’Etna sta eruttando lava e cenere dal cratere Sud-Est, chiuso all’improvviso l’aeroporto Fontanarossa di Catania. Bloccati i voli in arrivo, gli aerei sono stati dirottati a Palermo, e fermi a terra i velivoli in partenza. Si tratta della 17ma eruzione dell´inizio dell´ano e l´ultima si era registrata giorno 8 di questo mese.

All’interno della scalo regna un clima di palpabile nervosismo, soprattutto perché c’è il forte rischio che i passeggeri in partenza da Catania debbano restare a terra oppure raggiungere lo scalo di Palermo per imbarcarsi. Al momento sono stati bloccati i voli per Roma, Verona, Napoli, Milano, Londra e La Valletta. La società di gestione dell´aerostazione ha aperto la sala vip dove vengono assistite le famiglie con bambini.

E´ stata disposta inoltre l´apertura continua dei bar. Sono gia´ quattro i voli atterrati a Palermo: tre provenienti da Roma e uno da Bologna mentre i voli in partenza sono stati bloccati. L´unita´ di crisi ha deciso di chiudere lo spazio aereo fino a che non saranno ripristinate le condizioni di sicurezza.

«E’ successo tutto all’improvviso- dice al telefono dall’aeroporto il nostro collaboratore da Roma Bartolo Scifo, bloccato mentre aspettava di essere chiamato per l´imbarco- c’erano solo 10 minuti di ritardo per l’imbarco quando ci hanno comunicato la chiusura dello scalo e che l’unità di crisi doveva decidere cosa fare perché l’Etna aveva cominciato a eruttare. La colata si vede dall’aeroporto e sembra essere diretta verso la città di Catania».