Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 916
RAGUSA - 13/04/2014
Rubriche - "Psicologia e Benessere" a cura di Sabrina D’Amanti, psicologa e psicoterapeuta

Se la paura di amare colpisce uomini e donne, quali rimedi?

Per dubbi e consigli scrivete a sabridama@tiscali.it Foto Corrierediragusa.it

In questo breve articolo mi riferisco a una particolare difficoltà che provano alcuni uomini nel superare le delusioni amorose (mi soffermo sulla condizione maschile precisando che, alcuni degli aspetti di questa problematica, sono identici anche nella donna). Questo tipo di difficoltà porta gli uomini che ne sono condizionati a sviluppare nel tempo una corazza protettiva. Nei casi meno gravi la difficoltà in oggetto è conseguenza dell’esperienza di essere stati rifiutati. In altri termini questi uomini da giovanissimi, come tutti, si sono innamorati, ma hanno provato delusione, o perché respinti o perché, dopo tempo, lasciati, e a seguito di ciò hanno sviluppato la corazza protettiva di cui si diceva. Nei casi più gravi, tale difficoltà precede l’esperienza della delusione d’amore, ovvero queste persone sono partite prevenute e, in tutti i casi in cui hanno corteggiato una donna, già da giovanissimi, lo hanno fatto solo allo scopo di raggiungere «la conquista», ma senza provare, nei confronti di lei, alcun sentimento. Quelli che da giovanissimi hanno provato delusioni affettive, a lungo andare, sono diventati come quelli del secondo gruppo, hanno cioè costruito una corazza per non farsi conquistare dal fascino di nessuna donna e si sono congelati.

Il loro cuore non è, e non sarà, in grado di provare mai un sentimento di amore per nessuna se prima non si «scongeleranno». Entrambi i tipi di uomini sono quindi perennemente «a caccia», ma non per sesso, anche se potrebbe sembrare che invece sia questo il loro intento. Questo tipo di uomini vive relazioni brevi e a volte brevissime (possono durare da poche settimane e pochi giorni). Corteggiano al solo scopo di conquistare, lo scopo psicologico e ottenere conferma rispetto all’avvenenza fisica. Riuscire ad unirsi sessualmente alla loro «preda» è il massimo del risultato a cui aspirano poiché significa che, la lei di turno, ha apprezzato. Spesso, come racconta chi poi va in terapia, non traggono piacere dal sesso che fanno, poiché è privo di autentico apprezzamento per la donna con cui si uniscono, ma anche perché sono troppo tesi, non si lasciano andare, in quanto la paura di poter non essere apprezzati, di fallire, di non appagare la donna con cui stanno, è sempre in agguato. Questo tipo di uomini fa molta attenzione a non legarsi, per tale ragione evita che il contatto con la donna che corteggia sia assiduo e, dopo averla conquistata (cioè dopo aver avuto il consenso sessuale), sparisce.

Spesso, sempre con lo scopo di non legarsi a nessuna, hanno contemporaneamente più relazioni. Le relazioni multiple servono a illuderli di non essere soli. Quel che li fa agire in questo modo è una profonda e grave Paura d’amare. Nel profondo del loro animo sono convinti che, se si lasciassero andare, innamorandosi e mostrando come realmente sono, la donna da loro amata, molto presto li lascerebbe, poiché non li apprezzerebbe. Questa è la ragione per cui scappano presto da ogni legame, per non mostrarsi fino in fondo.
Come detto prima, parte di quanto riportato accade anche per le donne sebbene con sfumature differenti.

Dott.ssa Sabrina D´Amanti psicologa e psicoterapeuta
cell. 393.4753696 mail sabridama@tiscali.it
Studio di psicoterapia a Vittoria e Ragusa