Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 931
RAGUSA - 06/12/2013
Rubriche - Psicologia e Benessere" a cura di Sabrina D’Amanti, psicologa e psicoterapeuta

L´amore, ovvero "La sola via della vera felicità"

Per dubbi e consigli scrivete a sabridama@tiscali.it Foto Corrierediragusa.it

«L’unico modo per essere felici è amare. Se non ami, la tua vita passerà in un lampo» (Dal film «The tree of life» tr. L’albero della vita).

Riporto queste due frasi per la profondità di senso in esse contenuto. E’ proprio vero che tutto ciò che può rendere felice gli esseri umani è l’amore. Quando il regista fa dire alla madre del protagonista del film: «L’unico modo per essere felici è amare», secondo me si riferisce a un amore infinito che si estende a tutte le cose, all’amore verso l’Universo, verso il Creato, verso la Natura, verso Dio, amore e benevolenza verso se stessi e verso gli altri. La seconda parte della frase: «Se non ami, la tua vita passerà in un lampo», mostra come privando dell’amore l’esistenza, questa proceda in modo assai più rapito senza lasciare traccia interiore e quindi risultando arida, spoglia di ogni gioia o piacere vero. Concordo con queste parole, la via della felicità è l’Amore.

A chi si chiede dove si trova questa via rispondo che essa è dentro ciascuno di noi; a chi si chiede cosa fare per iniziare a percorrerla rispondo che bisogna iniziare dall’amore di per se stessi; a chi pensa che questo possa bastare, dico che è assolutamente fuori strada. Come riportano le due frasi del film, la via della felicità richiede amore per se stessi, per gli altri e per il Creato, cioè rispetto profondo per sé, per gli altri e per tutto ciò che ci circonda. L’amore per se stessi a cui mi riferisco quindi non è un amore egoistico che esclude o maltratta gli altri, non è un amore che esalta se stessi, ma che si fonda sull’apprezzamento di sé, sia per ciò che di buono si ha che per i limiti che si hanno. A chi mi risponde che questa via non è facile da intraprendere rispondo che è l’unica tuttavia che abbiamo per essere felici e che non c’è nulla di male se in alcuni casi, per raggiungerla, può servire l’aiuto di un esperto, quel che conta è la meta a cui si arriva e cioè la serenità e quindi la felicità. Nel prossimo numero parlerò della «paura d’amare».

Dott.ssa Sabrina D´Amanti psicologa e psicoterapeuta
cell. 393.4753696 mail sabridama@tiscali.it
Studio di psicoterapia a Vittoria e Ragusa