Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1031
RAGUSA - 11/10/2016
Redazionale - La pioggia ha impedito lo svolgersi del Gran galà finale

Ibla buskers 2016 chiude con un boom di presenze

Sono stati tre giorni intensi di spettacoli con artisti di strada di gran livello, 96 spettacoli Foto Corrierediragusa.it

La 22ma edizione di Ibla Buskers chiude senza gran galà finale a causa della pioggia ma resta comunque un successo. Ben 96 gli spettacoli con un boom di presenze che ha superato tutte le aspettative. Tre giorni intensi di spettacoli con artisti di strada di gran livello che hanno entusiasmato grandi e piccoli. Le piazze, le vie, i vicoli di Ragusa Ibla hanno visto il pullulare di migliaia e migliaia di spettatori che hanno scelto il quartiere barocco per assistere agli spettacoli degli artisti e delle varie compagnie giunti da varie parti del mondo per portare sorrisi e allegria a grandi e piccini.

Una folla immensa, un fiume in piena di persone che hanno letteralmente invaso la città antica alla scoperta dei vari appuntamenti programmati dalla direzione artistica del festival promosso e organizzato dall’associazione Edrisi con il patrocinio del Comune. Una grande festa sotto le stelle, con la possibilità di godersi a piedi e senza traffico i principali siti scelti per questa edizione, da piazza Duomo a piazza Hodierna, da piazza Chiaramonte a piazza Pola fino alla parte meno conosciuta di Ibla, con Cava Velardo, la Discesa Mocarda e la novità assoluta di quest’anno, come il percorso di Discesa San Leonardo, l’Antica Filanda Donnafugata e il percorso pedonale che si diparte da questo sito facendo scoprire palazzi barocchi, archi, scalinate.
L’ormai fedelissimo «popolo dei Buskers», ha seguito da giovedì, giorno di apertura, fino a domenica, le varie esibizioni degli artisti, godendo dell’intramontabile fascino di Ragusa Ibla e usufruendo della comodità dei bus navetta che da Ragusa hanno permesso a tutti di raggiungere a ritmo costante i luoghi degli spettacoli. Un’offerta come sempre variegata, secondo un modus operandi ormai consolidato che abbina agli spettacoli «tradizionali» dell’arte di strada nuove forme di spettacolo d’avanguardia. Tra gli appuntamenti, da segnalare sicuramente «Flash», il primo spettacolo prodotto dall’associazione Edrisi e creato quasi sul momento dagli artisti coinvolti, a testimonianza della bravura e grande capacità di integrarsi artisticamente fra loro, frutto sicuramente di una lunga esperienza di esibizioni sulle strade di tutto il mondo.

Un grande successo che suggella e conferma la valenza del festival come strumento di promozione e conoscenza non solo di Ragusa Ibla ma anche dell’intero territorio considerato che sono numerosi i tour operator che hanno organizzato visite guidate ed escursioni proprio in concomitanza con le date della manifestazione. Strutture ricettive piene non solo a Ibla ma anche nel centro storico di Ragusa Superiore così come boom per i tanti esercizi commerciali e ristoranti lungo i percorsi del festival. Bene anche l’altra novità di quest’anno, cioè la nuova «piazza virtuale» di Ibla Buskers, ovvero piazza Duca degli Abruzzi a Marina di Ragusa dove gli artisti hanno saputo catalizzare l’attenzione di un folto pubblico.