Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1027
VITTORIA - 28/07/2010
Politica - Vittoria: proficua seduta consiliare nella sala Carfì

Bilancio approvato, favorevoli anche Privitelli, Gatto e Fiore

Per Caruano un grande risultato: «Approvati due emendamenti di Greco e Moscato». Critica Mariella Garofalo (Sel): «Bilancio autoreferenziale e senza concertazione»
Foto CorrierediRagusa.it

Il Consiglio comunale di Vittoria ha approvato il Bilancio 2010. Con 12 voti a favore e 3 contrari (Giovanni Moscato, Marco Greco e Fabrizio Comisi). Scongiurato lo scioglimento anticipato del consiglio. In linea di massima lo strumento finanziario esitato dal Consiglio è quasi la fotocopia di quello del 2009. Con qualche piccola differenza messa in rilievo dal vice sindaco.

«Il bilancio di previsione- afferma il vice sindaco Gianni Caruano- è stato approvato dopo un dibattito sereno, che ha consentito una valutazione senza pregiudiziali di tutti gli emendamenti presentati, tanto che ne sono stati accolti anche due dell’opposizione (di Moscato e Greco). Sono stati rimpinguati i capitoli per le scuole e per le imprese in difficoltà. L’approvazione del bilancio, inoltre, attiva l’iter per la realizzazione del Centro direzionale comunale, una misura strutturale decisiva che, esercitando un significativo risparmio sui fitti dei locali e degli uffici dell’Ente, avrà ripercussioni positive sulla situazione finanziaria del Comune. Se si considerano i tanti tagli e le tante riduzioni di trasferimenti regionali e statali, che per i Comuni siciliani si fanno ogni anno più pesanti, si ha la sensazione di avere assistito ad un vero e proprio miracolo».

Soddisfatto anche il capogruppo consiliare del Pd Giuseppe Fiorellini, che parla di atto importante e di ritrovata serenità nel civico consesso. Un grande contributo al traguardo raggiunto l’hanno dato i consiglieri comunali fino a ieri opposizione alla maggioranza. Oltre ai 7 del Pd, a Luigi D’Amato e a Fabio Prelati di Idv, hanno votato a favore anche Sebastiano Gatto, Concetta Fiore e Davide Privitelli.

«La città è salva dall’attacco dei soliti disfattisti e dall’opposizione per partito preso del consigliere Garofalo- chiosa il sindaco Giuseppe Nicosia, dopo avere sottolineato l’approvazione a maggioranza schiacciante- Ora anche Vittoria ha un bilancio, votato con una maggioranza schiacciante, che si è registrata anche sul Piano triennale delle opere pubbliche, sul conto consuntivo dell’Amiu, sui servizi a tariffa individuale e sul Piano triennale degli interventi culturali e turistici».

Mariella Garofalo (nella foto), invece, consigliere del Sel, è molto critica. «Presentare un bilancio a fine luglio in Consiglio Comunale è una operazione quanto meno sospetta: l’amministrazione ha già gestito per metà anno buona parte del bilancio in modo autonomo. Arrivare alla scadenza dei termini significa aver avuto bisogno di tempo per ricercare consensi opportunistici, infatti, ha provveduto in questo ultimo mese, con operazioni trasformistiche e clientelari, a formare le basi per una traballante e precaria maggioranza. L’amministrazione ha elaborato il suo bilancio, guardando ai suoi interessi, in modo autoreferenziale, ignorando la concertazione, la condivisione con la città, con le diverse categorie sociali ed economiche della città, (Confesercenti, confcommercio) lasciate fuori da ogni apporto critico e ostruttivo».