Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1355
VITTORIA - 20/07/2010
Politica - Vittoria: sarebbe capace di ridare unità alla sinistra?

Vittoria: Russotto candidato sindaco? Lui non lo sa!

L’interessato puntualmente ringrazia e rifiuta con garbo

È la terza volta consecutiva che qualcuno tira fuori dal cilindro il nome di Giuseppe Russotto come candidato a sindaco. E l´interessato puntualmente ringrazia e rifiuta con garbo. «È come annunciare un fidanzamento senza prima dichiararsi con il partner – stoppa l´avvocato Russotto, interpellato per avere conferme sulle fughe di notizie che circolano in città –. Sono lusingato da queste attenzioni, ma io non sono avvocato, faccio l´avvocato. Fare entrambe le cose equivale a farle male tutt´e due».

I passaggi a come si arriva al nome di Russotto, sì il fratello del vescovo vittoriese, un professionista che già Francesco Aiello aveva individuato quale suo successore nel 2001, non sono molti. È in atto un dibattito nella sinistra proposto dal neo segretario del Pd Salvo Zago per accelerare i tempi soprattutto nei comuni dove fra un anno si vota: Vittoria e Ragusa. Mentre su Ragusa è facile partire da zero perché non c´è un sindaco uscente da riproporre, da Vittoria, piaccia o no, si ricomincia da Giuseppe Nicosia.

Il Sel (Socialismo e libertà) e la Fed (Federazione della sinistra) non condividono, però, il nome di Nicosia. Enzo Cilia e Salvatore Garofalo lo hanno detto molto chiaro al segretario provinciale del Pd: «Nulla sul nome Nicosia, ma sul suo operato siamo troppo lontani. Non l´appoggiamo». Una risposta che gela il ragionamento del segretario Zago. «Il Pd riparte da Nicosia, sindaco uscente, che tra tante difficoltà ha dato risposte alla città. Lavoreremo per fare passare il massimo del consenso attorno a questo nome».

Zago ha incontrato tutti, rimane solo Italia dei valori. Anche se durante il congresso Fabio Prelati ha detto che nulla era ancora deciso sull´appoggio a Nicosia.Da dove nasce allora il nome di Russotto? In primis dalla consapevolezza che una sinistra lacerata da partiti e correnti non vincerà mai: non esistono più Rifondazione e neanche i Comunisti, ma nulla è cambiato se gli acronimi oggi sono Sel e Fed. Secondo, dalla speranza di trovare un rappresentante della società civile, fuori dalle beghe politiche, autorevole nell´aggregare le varie anime irrequiete della sinistra vittoriese.