Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 787
VITTORIA - 03/07/2010
Politica - Vittoria: un altro tassello rafforza la squadra di Nicosia

Un pompiere in giunta, è Pippo Mascolino

Il sindaco ha ufficializzato la nomina, che ha provocato mal di pancia in Progetto Vittoria. A Concetta Fiore delega consiliare ai rapporti con la Regione Foto Corrierediragusa.it

Ora è ufficiale, Giuseppe Mascolino (il primo nella foto da sinistra con Luigi D´amato e Giuseppe Nicosia), di Progetto Vittoria, vicinissimo al presidente del Consiglio, è il nono assessore della giunta Nicosia. Da caposquadra dei Vigili del fuoco di fresca nomina a componente della squadra amministrativa. «Di squadre te ne intendi - gli ha ricordato Luigi D’Amato durante la presentazione - cerca quindi di lavorare raccordandoti con gli altri componenti, perché chi vuole fare tutto da solo finisce con il rimanere isolato».

Mascolino avrà la Protezione civile, la Polizia municipale e la Viabilità. Tre belle gatte da pelare in piena stagione estiva. Gli incendi, gestire il comando di Polizia con la collaborazione del comandante Cosimo Costa, organizzare la viabilità sulla Vittoria-Scoglitti. «Sono semplice ma determinato- la frase migliore dell’autopresentazione di Mascolino- consapevole che le cose da fare sono tante e per le quali sono pronto a mettere in atto tutta la mia esperienza professionale accumulata nel corpo dei Vigili». Vigili del fuoco e protezione civile che hanno fatto da ala e cornice alla presentazione di Mascolino. Nei pressi di palazzo Iacono, infatti, stazionavano due mezzi dei pompieri e diversi colleghi di lavoro del neo assessore. Che da lunedì mattino dovrà lasciare il Distacco di Ragusa per mettersi in «distacco» per cariche politiche e amministrative.

Nel Progetto D’Amato non tutti sono stati disposti ad accettare le decisioni senza fiatare. Enrico Lancia, ex esperto alla Cultura, avrebbe accettato la nomina di Mascolino dopo tanti chiarimenti, ma Livio Mandarà, ex Mpa, già assessore di Nicosia no, tanto che nel primo pomeriggio con un laconico sms ha annunciato le sue dimissioni dal Comitato dei garanti.


Nella maggioranza c’è anche Concetta Fiore. Per quale interesse ritorna Concetta Fiore? Lei stessa zittisce le malelingue: «Non per occupare poltrone, ma per servire la mia città. Come ho sempre fatto anche quando mi ero allontanata. Gli atti di utilità pubblica vanno votati non bocciati per partito preso; quelli che presentano lacune si fanno aggiustare prima di votarle. Questo è il mio senso di responsabilità per Vittoria». Il sindaco gli ha affidato la delega consiliare ai rapporti con la Regione ed enti esterni. E a chi le chiede in quale lato siederà in aula al prossimo Consiglio, Fiore replica: «Autonomista sono e autonomista rimarrò». Carmelo Diquattro avrà l’Agricoltura e i mercati, inseriti nell’assessorato allo Sviluppo economico.