Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 654
VITTORIA - 07/06/2010
Politica - Vittoria: il vice sindaco deluso dal civico consesso

Consiglio «incomunicabile», Caruano lascia la delega ai Rapporti consiliari

Con una lettera indirizzata al sindaco Nicosia e al segretario Giovanni Formica, il vice sindaco, nonché assessore al Consiglio, chiude i rapporti con i consiglieri
Foto CorrierediRagusa.it

Anche il mite e moderato Gianni Caruano (nella foto con il sindaco Nicosia) perde la pazienza. Questo Consiglio comunale è forse il più incorreggibile degli ultimi tempi. Mai compatto, anzi «strabico e incomunicabile»- come afferma il vice sindaco nel motivare le sue dimissioni da assessore con la delega ai rapporti con il Consiglio comunale.

«Le recenti decisioni del Consiglio Comunale- scrive Caruano- le dimissioni, poi ritirate, del capogruppo del Pd e lo scollamento politico più volte manifestatisi fra maggioranza e amministrazione comunale evidenziano una persistente, seppure saltuaria, «incomunicabilità» politica che non ho saputo recuperare. Ritengo che vada ricercata una soluzione al fine di fermare questa sorta di strabismo politico che procura ritardi, incomprensioni e contraddizioni anche gravi nelle scelte politiche e amministrative».

I 18-20 consiglierei (tanto è ormai abitudinariamente il numero dei presenti in seconda convocazione) saranno contenti, ma lo spettacolo che le sedute consiliari offrono alla città mediante le riprese televisive, danno un quadro perfetto di quanto e cosa producono i vari gruppi consiliari tra manfrine, perdite di tempo organizzate, polemiche inutili. Un anno di questi tempi scioglimento e remissione del mandato al giudizio del popolo, che dovrà pronunciarsi su chi rieleggere e chi no.

La nota delle dimissioni di Caruano è indirizzata al sindaco Giuseppe Nicosia e al segretario del Pd Giovanni Formica. «Penso che altri –conclude Caruano- potranno fare sicuramente meglio di me e auspico che ci siano finalmente le condizioni per un chiarimento con la maggioranza e il gruppo del PD in particolare».