Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:41 - Lettori online 1354
VITTORIA - 13/03/2010
Politica - Vittoria: movimenti di mercato politico a Vittoria e alla Provincia

Ignazio Nicosia, Giovanni Moscato e Fabrizio Comisi rafforzano Leontini

I tre e altri consiglieri di quartiere aderisocno al Pdl lealista. Nel centronistra cala l’entusiasmo di unità. Mustile: «Uniti solo se cambiamo candidato a sindaco»
Foto CorrierediRagusa.it

Ignazio Nicosia, Fabrizio Comisi e Giovanni Moscato aderiscono al gruppo politico Pdl lealisti. Ciò consente al deputato Innocenzo Leontini di rafforzare la sua posizione politica a Vittoria e alla Provincia. Lo avevamo anticipato giorni addietro, il passaggio di Ignazio Nicosia nel Pdl lealisti che fa capo a Innocenzo Leontini è stato ratificato nel corso di una conferenza stampa che s’è tenuta a Vittoria presso la segreteria politica del deputato, in via Giacomo Matteotti.

Il parlamentare ispicese ha fatto un colpaccio. Per qualcuno era già all’angolo del ring, più vicino al tappeto che alle corde, da oggi si è rimesso al centro rafforzando la sua leadership politica in vista delle prossime elezioni. E così sarà, promette il deputato, anche negli altri comuni iblei in vista delle prossime elezioni.

Ignazio Nicosia a viale del Fante, Fabrizio Comisi e Giovanni Moscato, ex Forza Italia ed An, costituiscono un gruppo consiliare a Vittoria. Con loro c’è pure il «nonno» della destra vittoriese, Saro Mannelli, e anche i consiglieri di quartiere di Azione giovani. E non è finita, nei prossimi giorni ci sarà una nuova sorpresa, altri consiglieri di circoscrizione di Vittoria e di Scoglitti seguiranno lo stesso percorso, ma Nicosia non dice chi. Leontini conferma. «E’ il frutto della politica con la P maiuscola- dice – che fa crescere la mia posizione e il Pdl coerente che a Palermo non s’allea con la sinistra e che non ha sconfessato Berlusconi. Il mio nucleo si rafforza partendo da Vittoria e contagiando anche altri comuni».

Ignazio Nicosia è contento. Ha scelto con chi stare e non ha più motivi di farsi corteggiare. Prima aveva pensato a Idv, poi all’Mpa, adesso il Pdl di Leontini, per differenziarsi da quello di Nino Minardo. «Credo- afferma- d’avere scelto il partito e il gruppo più coeso e coerente che ci sia attualmente nel panorama siciliano. Entro in un partito che non ha fatto inciuci con nessuno. L’alleanza con il Pd a Palermo? Non è stato il Pdl Sicilia ha fare l’alleanza, ma il gruppo Sicilia, che è ben altra cosa. Il Pdl è uno solo e uno resterà».

Fabrizio Comisi, da anni in rotta con Riccardo Terranova, si sfoga. «La coerenza paga. Visto quanta gente c’era alla conferenza? Con noi c’è pure Saro Mannelli e tanti altri ancora ci saranno. Il nostro candidato a sindaco chi sarà? Prima il programma e gli alleati, perché la migliore candidatura del mondo circondata da teste vuote fallirà».

A sinistra l’entusiasmo dell’unità pare si sia improvvisamente raffreddato. Pippo Mustile ed Enzo Cilia, autorevoli rappresentanti del Sel mettono i puntini sulle «i». «L’unità è possibile- dice Mustile- ma non attorno a Nicosia. L’abbiamo già provato e non ci sta più bene, cerchiamo altri candidati a sinistra, Giovanni Caruano, Giuseppe Fiorellini, per esempio, e cominciano a ragionare. Nulla di personale con Nicosia, non sosterremo la sua candidatura. Non vogliamo il goleador forte, ma il collettivo per vincere la partita».
Il muro è stato eretto. Perché dire di no alla ricandidatura di un sindaco uscente è il modo più brutale per interrompere qualsiasi trattativa per l’unità. Esattamente allo stesso modo la pensa Peppe Cannella, dalla cui testa sono partite le battaglie d’opposizione (Ciminiere e Project financing) a questa amministrazione.

Detto questo, l’ultimo invito del Sel a firma di Pippo Pollara a Rifondazione e alla Federazione della sinistra. «Dopo aver incontrato gli esponenti politici di IDV e PD, Il Circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Vittoria, nel confermare la propria convinzione della necessità di ricostruire un nuovo centrosinistra organico per riavviare una azione politico-amministrativa efficace e trasparente, prosegue ad invitare le altre forze politiche, che in questo progetto si riconoscono, ad un incontro per analizzare la situazione politica attuale e per individuare un percorso in grado di mettere le esigenze dei cittadini al centro della politica».

(Nella foto di Rosario Invincibile, la conferenza stampa del Pdl a Vittoria)