Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 905
VITTORIA - 24/11/2007
Politica - Vittoria - Le incomprensioni nel Pd non finiscono mai

Il Caruano "matematico"
non piace al sindaco Nicosia

"I Ds non sono finiti: è ancora possibile ricomporre i cocci" Foto Corrierediragusa.it

Le incomprensioni nel Pd non finiscono mai. Sulla nascita del Pd, l’azzeramento della giunta, il ruolo del Mpa e la composizione della nuova alleanza politica c’è un nuovo botta e risposta fra Gianni Caruano (nella foto) e il sindaco Giuseppe Nicosia, dopo le dichiarazioni di ieri dell´ex segretario Ds. E´la conferma della difficoltà oggettiva a superare un anno e mezzo di incomprensioni e polemiche a volontà. La prima reazione giunge da palazzo Iacono.

Al sindaco Giuseppe Nicosia il Caruano «matematico» non piace. Lo preferisce urologo all’ospedale di Comiso. "Leggo le dichiarazioni di Gurrieri e Caruano- esordisce il sindaco- e mentre registro l’apertura positiva di Gurrieri, già evidenziata durante la riunione con Graziano e Napoli, continuo a non comprendere Caruano «matematico» che, all’insegna dei numeri, dei calcoli e della sommatoria dei consigliere, sembra non essere stato presente alla riunione con i vertici regionali del Pd".

Motivo dell’attrito, di sicuro, la posizione del Mpa. "Caruano- continua Nicosia- intima condizioni e detta tempi non in linea né col Pd, né con le esigenze amministrative. Continua a ripetere che il laboratorio politico è finito, inesistente e che si può fare a meno del Mpa. Non condivido, perché ritengo il Mpa una componente fondamentale dell’accordo programmatico elettorale, componente alla quale s’è stabilito di sottoporre l’aggiornamento programmatico che il Pd vorrà proporre sia ai partiti dell’Unione che allo stesso Mpa, confidando che vi siano un largo apprezzamento e una larga coalizione per guidare al meglio, e con rinnovata efficienza, la città".

Nicosia è assalito da un dubbio. "Che Caruano non voglia accettare che ciò che è finito sono i Ds, la Margherita e le loro conflittualità, superati dalla grande idea e dalla novità Pd. Non vuole accettarlo e ragiona ancora in termni di ex Ds e segretario ds, non come uno dei dirigenti del nuovo Pd".
Gianni Caruano invia una nota accompagnata dalla telefonata chiarificatrice.

"Leggo con una certa sorpresa la risposta piccata del sindaco a prposito di una mia intervista giornalistica. Nessuno ha «dettato né i tempi né intima condizioni». Ho espresso la posizione dei DS e quella mia personale che può non essere condivisa ma non è certamente una novità. Il dato positivo della riunione con i vertici del Pd è appunto l’idea di arrivare a una sintesi che metta in linea tutto il partito: gli anatemi non aiutano, sottintendono una concezione padronale della gestione dei partiti inaccettabile a prescindere da qualunque questione".

Stavolta Caruano non cita il Mpa, al quale aveva riconosciuto la legittimità a stare nella coalizione di maggioranza, dopo l’azzeramento, se ne avessi condiviso il progetto politico e amministrativo dell’Unione. "E’ certamente positiva la riunione ?conclude Caruano- con i vertici regionali e sono favorevole agli aggiornamenti programmatici del Pd , ma sono già fissati questi aggiornamenti programmatici? Io penso di no, visto che vanno costruiti insieme e bisognerà discutere.

I Ds non sono «finiti», come dice il Sindaco, visto che proprio il Sindaco partecipa alle riunioni della Margherita, sino a ieri; sarebbe veramente strano che in questa fase sopravvivano alcuni e altri non ci sono più. Io credo che sia ancora possibile ricomporre i cocci, però bisogna crederci, non so se il Sindaco ha ancora voglia di farlo".