Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 742
VITTORIA - 04/02/2010
Politica - Vittoria: tempesta nel Mpa dopo le indiscrezioni sull’ingresso in giunta

Il commissario Arezzo: «In giunta a Vittoria non si entra»

L’ultima parola spetta a Lombardo, che sarà a Vittoria sabato per inaugurare la nuova ala del «Guzzardi». Ma Giuseppe Piccione non se n’era andato dal Mpa?

Il commissario provinciale del Mpa Mimi Arezzo stronca i tentativi dei 5 aventiniani Concetta Fiore, Mario Mascolino, Davide Privitelli, Sebastiano Gatto e di Gaetano Iacono di avvicinarsi alla giunta Nicosia. Non sono abilitati a parlare e a trattare perché sono fuori dal Mpa. Se lo fanno è solo a titolo personale. Gli unici che possono decidere sono Arezzo, il deputato Riccardo Minardo e il commissario cittadino Pippo Piccione.

Orrore! Ma Giuseppe Piccione a quale titolo parla e decide, se si è dimesso da coordinatore il 23 gennaio scorso subito dopo le dimissioni di Angelo Giacchi dal circolo Don Sturzo, e dopo di lui anche i rappresentanti del Circolo «Canepa» Valentino Sterlino e Giovanni Busacca, che hanno accusato il partito di una gestione basta sul «figlio e figliastro?» Che forse sia già stato riabilitato e nessuno ce l’ha detto?

Chi decide in questo partito se il commissario regionale Enzo Oliva deve venire a Ragusa da prima di Natale, se l’onorevole Riccardo Minardo è stato retrocesso al semplice ruolo di parlamentare regionale? E ancora, i 4 aventiniani sono davvero fuori dal partito o hanno un filo segreto con qualcuno a Palermo che li legittimi a proporre trattative per un eventuale riavvicinamento alla giunta?

Interrogativi e domande che potrebbero avere una risposta definitiva dal premier del Mpa, il governatore Raffaele Lombardo, atteso a Vittoria per sabato pomeriggio, giorno fissato per l’inaugurazione dell’ala nuova del «Guzzardi» di Vittoria, notizia che abbiamo anticipato una settimana fa, per fortuna mai smentita dal direttore generale Ettore Gilotta.

Dal presidente ci aspettiamo due risposte a due domande. Primo, Fiore, Mascolino, Privitelli e Gatto sono fuori, che si mettano l’animo in pace e se vogliono entrare in giunta per prendersi posti e assessorati che lo facciano a titolo personale. Due, i 4 fanno bene a realizzare a Vittoria quello che Lombardo ha fatto con il Pd a Palermo per mettere all’angolo i lealisti del Pdl e l’Udc. Tanto per la dovuta chiarezza anche al commissario Mimì Arezzo.

Che dice il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia, da poco rientrato da una vacanza estiva nell’oceano indiano? Li vuole o no gli autonomisti in giunta? «Io l’accordo l’ho fatto in tempi strani nel 2006, perché non dovrei rifarlo ora con consiglieri che m’hanno fatto un’opposizione costruttiva rispetto a quella di Aiello e Terranova? Però, con chi devo trattare? Se viene il deputato regionale, il commissario Enzo Oliva o il commissario provinciale possiamo discutere, altrimenti è solo pour parler. Se ho trattato? Io tratto con tutte le forze moderate e di sinistra, solo la destra è esclusa».