Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 789
VITTORIA - 20/11/2007
Politica - Vittoria - Rivoluzione in consiglio comunale

Privitelli lascia l´Udc
per il movimento civico
Pro Scoglitti

Il partito di Casini resta solo con Roberto Zelante
Foto Corrierediragusa.it

Rivoluzione nel Consiglio comunale di Vittoria. Davide Privitelli (nella foto) lascia l’Udc e aderisce al movimento civico Pro Scoglitti. Ora è maggioranza e sulla sua posizione non ci saranno più equivoci. Il partito di Casini che aveva due consiglieri, ne perde uno e rimane solo con Roberto Zelante.

Contemporaneamente anche gli indipendenti Piero La Terra e Sebastiano Gatto, eletti nella lista civica Incontriamoci, confluiscono nel Pro Scoglitti. Il Consiglio comunale di Vittoria dalla prossima seduta avrà un nuovo gruppo formato da 3 consiglieri. Privitelli, La Terra e Gatto si dichiarano vicini all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Nicosia e auspicano che questa maggioranza, di cui fanno parte, aumenti l’interesse politico verso le problematiche della frazione marinara e della città di Vittoria.

Cosa c’è alla base di questa decisione, che già era nell’aria? Sicuramente i travagli all’interno della Casa delle Libertà. E’ probabile che anche il consigliere Udc Roberto Zelante abbia contribuito, con quella lettera indirizzata ai vertici del partito nazionale, regionale e provinciale, a dare la «spallata» al collega Privitelli che ha deciso di togliere il disturbo prendendo le distanze dall’Udc per potenziare il Pro Scoglitti.

La decisione di Privitelli è maturata dopo alcuni giorni di trattative e di incontri con La Terra e Gatto. Anche loro, che già avevano ritenuto conclusa l’esperienza «Incontriamoci» non hanno avuto difficoltà a costituire il nuovo gruppo consiliare. Nella formazione della prossima giunta, il sindaco Nicosia dovrà necessariamente mettere conto della nuova realtà formata da 3 consiglieri che potrebbero aspirare, a pieno titolo, anche a un assessorato in giunta. Come dicevano i latini, 3 fanno collegio.